30 settembre 2009

Risotto all'onda con pesce e verdure

Non posso farvi sentire il profumo ( per il momento..mai dire mai ) di questo risotto all'onda, morbidissimo al palato, ma anche intrigante con il peperoncino pesce ..mmmhh verdure. Il risotto all'onda non va cotto a puntino, finisce la sua cottura a fuoco spento nella casseruola, e non è liquido ma, morbido.
RISOTTO CON PESCE & VERDURE
250 gr di riso
250 gr di filetti di pesce a carne bianca
250 gr di calamaretti
500 gr di vongole
2 zucchine
1 pomodoro
3 scalogni
1 spicchio d'aglio
prezzemolo
olio extra vergine
vino bianco
sale e pepe
peperoncino
300 ml di brodo di pesce ( o vegetale)
Per le vongole : tritate finemente l'aglio, ed il prezzemolo, scaldate l'olio in una casseruola e rosolate dolcemente il trito ; appena pronto, aggiungere le vongole. Coprite e lasciate cuocere a fuoco vivace fino alla completa apertura delle valve. Pepate. Togliere le vongole, lasciate raffredare, togliete i molluschi . Recuperate / filtrate l’acqua di cottura. Tagliate a pezzetti il pesce e le verdure.
Tritate lo scalogno ( mettetene a parte una metà ) rosolatelo in una casseruola dove verserete prima i pomodori, poi le zucchine infine quando la verdura è cotta, il pesce con carne bianca , continuare la cottura per 5 minuti. Sale e peperoncino.
Portate ad ebollizione l’acqua di vongole, (in una casseruola sufficentemente capiente per 'tirare' il riso ); stufate lo scalogno rimasto, aggiungete il riso e tostatelo , versate il vino, mezzo bicchiere circa, e lasciatelo evaporare.
Coprite il riso con il brodo di pesce, mescolate e lasciate cuocere per almeno 7/8 minuti senza mescolare. Continuate la cottura aggiungendo il brodo bollente poco per volta. Ad un paio di minuti prima della fine cottura, aggiungere il pesce con le verdure e anche le vongole.
Lasciatelo all'onda , spegnete prima di servire lasciatelo mantecare nella casseruola senza mescolare.

29 settembre 2009

Piccolo capolavoro dello chef : L'ACQUASALE CON UOVO


ACQUASALE CON UOVO
Da provare, merita l'assaggio non fermatevi all'apparenza.
La semplicità dello svolgimento e, la ''povertà'' dei suoi ingredienti
creano un piatto delizioso della tradizione contadina.
Un vero capolavoro della cucina. Ora, vi dico... :
Fate seccare il pane in forno - anche raffermo- quindi mettete in un pentolino - abbastanza largo per poter raccogliere poi l'uovo - due dita d'acqua, sale e mezzo cucchiaino di trito prezzemolo e pochissimo aglio, fate bollire. Quando bolle, mettete due cucchiaini di parmigiano, abbassate al minimo la fiamma e rompete dentro l'uovo , abbandonatelo come l'uovo in camicia, per un paio di minuti , spegnete e lasciate ancora un paio di minuti. Il suo interno deve essere crudo per esaltare i sapori. Disponete il pane poi l'uovo infine l'acquasale, olio crudo, pepe.

28 settembre 2009

Sandwich di patate con Scamorza e Prosciutto crudo

SANDWICH DI PATATE CON SCAMORZA E PROSCIUTTO CRUDO
Sono passata in edicola sabato e ho acquistato una rivista, piena di buone ricette con le patate. Patate all'italiana e mi ha subito ''portata'' ai fornelli, a preparare questa squisita pietanza.

INGREDIENTI:
4 patate medie, 200 g di scamorza affumicata, 4 fette di prosciutto crudo, dei rametti di timo, olio extra, sale e pepe
Lavate le patate e mettetele in una pentola a lessare con acqua fredda e sale ( non sbucciatele), portate ebollizione e cuocete per 30 minuti circa. Scolatele e sbucciatele ancora calde, fatele raffreddare e tagliatele per il lungo, in 3 parti . Preparatele come un sandwich con le fette di scamorza, avvolgetele con una fetta di prosciutto, e un rametto di timo, una spolverata di pepe poi, sistematele in una pirofila, unta con un velo d'olio extra vergine. Cuocete in forno già caldo a 200° per 10 minuti, la scamorza si fonde, il prosciutto diventa croccante, e la patata assume un aspetto dorato.


cucina moderna oro

Chawanmushi al tartufo

Da eat a duck i must una pietanza di squisito luxury,infatti dice :
Avvertenza: Questo non è per i deboli di cuore in cucina,
e non è per i deboli di cuore del lusso allo stato puro!

Mousse di tartufo bianco d'uovo,
condito con capesante fritte secche,
erba cipollina e fetta di tartufo

26 settembre 2009

FOOD EXPRESS : IL TRITO ED IL BATTUTO

Come vi avevo anticipato qui volevo parlarvi di queste salse che tengo sempre pronte nel frigorifero, -dove si mantengono senza problemi- non mi piace prepare il ''battuto aromatico'' ogni volta. E così ho pensato a questo sistema veloce e pratico, dove il sapore non si altera, anzi nel caso dell'aglio si ottiene anche un buonissimo olio aromatizzato; metto in vaso contenitore in vetro, le basi dei vari ''trito''. Ad esempio : un trito di aglio e prezzzemolo, aglio con olio extra vergine con o senza peperoncino ( dipende dalle vostre abitudini ), recentemente ne ho preparato uno di solo basilico e olio extra vergine ( le ultime foglioline della mia pianta) per preservalo più a lungo. Inoltre si possono ''comporre'' in vari modi , il trito di aglio e prezzemolo con olio extra vergine ; lo uso spesso da solo come base per le preparazioni di varie ricette, oppure se in una piccola ciotola mettete un paio di cucchiai di questo composto ed aggiungete lo stesso di vino bianco secco con alcune foglioline di timo è ideale per insaporire del pesce cotto al forno.


Regina della Pace - 25 settembre 2009

Messaggio di Medjugorje
25 Settembre 2009

"Cari figli, insistentemente lavorate con gioia sulla vostra conversione. Offrite tutte la vostre gioie e tristezze al mio cuore Immacolato cosicché vi possa guidare tutti al mio Figlio prediletto affinché nel suo cuore troviate la gioia. Sono con voi per insegnarvi e guidarvi verso l’eternità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

25 settembre 2009

POLLO CON SALSA AL LIMONE E ZENZERO

Sono sempre alla ricerca di una cena veloce e,
qualche tempo fa ho letto di questa
salsa al limone e zenzero
davvero deliziosa sul pollo.


Pollo con salsa al limone e zenzero
1 petto di pollo , 2 cucchiai di acqua, 1 cucchiaio di maizena, 1 tazza di brodo di pollo, 1 cucchiaio di zucchero, 2 cucchiaini di zenzero grattugiato fresco, 1 cucchiaino di salsa di soia, mezzo cucchiaino di sale, il succo di un limone, olio extra, rosmarino.
Immergete il pollo in un composto di rosmarino tritato, parmigiano, olio extra vergine e sale ; mettelo in un sacchetto di plastica e riponetelo in frigorifero per 4 ore.
In una padella antiaderente versate il pollo dalla busta e nel frattempo mentre cuoce, preparate la salsa : mescolate acqua e maizena e, mettete a parte; in una piccola pentola, versate il brodo di pollo, con lo zucchero, zenzero, salsa di soia, e sale portate il tutto ad ebollizione.
Quindi aggiungete il succo di limone, la di maizena con l' acqua, lasciate cuocere finché non si sia addensata, mescolando spesso. Servite sul pollo.

23 settembre 2009

FILETTI DI TRIGLIA su un letto di verdure fresche

FILETTI DI TRIGLIA con verdurine fresche
Parlar di sushi ormai è entrato a far parte delle abitudini alimentari di molti italiani, la tradizione mediterranea però utilizza ottime preparazioni per il pesce e si presentano tutte benissimo, una volta cotte. Ho acquistato delle triglie già pulite/sfilettate ed è stata la scelta giusta , mi sono ritrovata con poco tempo ma, sono riuscita comunque a portare in tavola un piatto appettitoso, perchè una volta sistemato nella pirofila il forno ha fatto il resto lasciando a me il necessario che mi serviva per altro.

INGREDIENTI:
6 triglie sfilettate
3 pomodori maturi e sodi
2 cipollotti freschi
prezzemolo
aglio
sale & pepe
1 peperoncino piccante rosso fresco
olio extra vergine delicato
Come vi dicevo il tempo era tiranno ma è stata davvero veloce la preparazione formate con pomodori una dadolata, dopo averli lavati e puliti dai semi, mettete nel fondo di una pirofila olio extra, la dadolata di pomodori, i cipollotti tagliati a rondelle con le forbici, e anche il peperoncino, sale. Adagiate i filetti di triglia sulla dadolata irrorateli di olio extra di un sapore delicato, sale e distribute un composto di prezzemolo ed aglio con olio ( un composto che tengo sempre pronto nel frigorifero nel prossimo post ve ne parlo) . Infornate a 180° per 25 /30 minuti ,oltre a vederlo se ha raggiunto la cottura giusta, mia nonna diceva che il pesce non ha più lo stesso profumo aprendo il forno, appunto profuma di ''cotto'', ''vi sembrerà strano'' ma, se seguite gli odori di questo secondo a base di pesce......è vero. A cottura ultimata nello servire emulsionate le triglie con il sughetto della pirofila, per ammorbidirle dalla cottura del forno.


Per migliorare la casa

Le istruzioni per un mazzo di fiori di fine estate, in 15 passaggi/foto !




22 settembre 2009

FOOD EXPRESS : Sandwich di pollo

Ho preparato ieri sera questi gustosi sandwich, con il pollo cotto al sale preparato domenica, erano rimaste alcune parti !!. Ho messo in una ciotola il pollo spezzetato con le mani, alcune gocce di tabasco, di limone, una punta di salsa wasabi, (sono stata un paio di volte in Giappone e la conosco da un pò , buonissima ) e per ''legare'' maionese; preparate il pane nel mio caso era integrale (abbrustolirlo) , passargli sopra un poco di panna acida ( o yogurt ), una fetta di emmenthal, e un paio fi fette di pomodoro affettato.

21 settembre 2009

Cottura al sale : POLLO

POLLO AL SALE
Con questo tipo di cottura si possono cuocere pesce e pollame. Si prepara un letto di sale, mettete sopra il pollo ( all'interno del pollo inserite un limone tagliato in quattro parti ) e copritelo completamente col sale grosso. Bagnate il sale con poca acqua, cuocete in forno a 250° per 1 ora e mezza. A cottura ultimata il sale si sarà solidificato, rompetelo ed eliminate il sale dal pollo con un pennello da cucina.


INGREDIENTI:
UN POLLO
1 LIMONE VERDE BIOLOGICO
2 KG DI SALE


17 settembre 2009

La vera natura delle orchidee selvatiche

Molte orchidee non offrono nettare o polline per premiare il calabrone, piuttosto lo seduce con la promessa di sesso e assicura quindi la sua impollinazione da parte delle api esattamente per il desiderio stesso che ha suscitato. L'orchidea compie il suo inganno sessuale simulando l'aspetto, profumo , e anche l'esperienza tattile di un'ape femmina. National Geographic, Settembre 2009


16 settembre 2009

Tagliatelle con sugo di Cipolle, Noce Moscata, e Cipolla Croccante


TAGLIATELLE AL SUGO DI CIPOLLE
CON NOCE MOSCATA E CIPOLLA CROCCANTE
Ingredienti:
200 gr di tagliatelle
2 cipolle bianche
1 cipolla rossa
un cucchiaio di farina
latte
1 spolverata di parmigiano grattugiato
noce moscata
olio extra vergine sale e pepe


Affettare a rondelle sottilissime le cipolle bianche, farle stufare lentamente in una padella con dell'olio extra e un mezzo bicchiere di acqua calda per almeno 30 minuti ; comunque fino a quando le cipolle saranno molto cotte.

Preparate la cipolla croccante, pulite la cipolla rossa, fatela a pezzi non troppo piccoli (dadolata..), fatela tostare a fuoco vivace in padella con poco olio. Accendete il grill del forno e mettetela a gratinare, cosparsa di parmigiano.

Spolverrizarle con un cucchiaio di farina, e stemperare con un pò di latte ( non freddo), fino ad ottenere un composto morbido enon troppo asciutto. Aggiustate di sale & pepe. Cuocete le tagliatelle al dente e fatele saltare nel composto di cipolle.

Servite con una spolverata di parmigiano, e una grattata abbondante di noce moscata e di cipolla croccante.


Salsiccia marinata .............dopo cottura. DE GUSTIBUS


Vi chiedete se questa è una ricetta ? ebbene sì. Voglio raccontarvi questo procedimento perchè, mi è piaciuto moltissimo. La salsiccia in Romagna è di ''tavola'' con la piadina come sapete, ma la trovo sempre troppo grassa anche se mi piace ...ho visto realizzare questo procedimento la marinatura post-cottura e l'ho applicato alle mie salsiccie, gustosissime senza nessun grasso , una meraviglia, provate.


per la marinata:

1 limone succo e scorza grattugiata
1 spicchio d' aglio tagliato a pezzetti
timo
salvia
rosmarino
sale marino grosso
Pepe nero tritato grossolanamente

Preparate la marinata almeno un'ora prima, cuocete la carne alla griglia ( sulla piastra ..), una volta cotta mettete la carne 3/4 minuti per parte nella marinata . Scolatela e servite.
Non ho tritato volutamente troppo fine le erbe aromatiche perchè hanno insaporito la marinata , si possono togliere mangiando per non influenzare troppo il sapore della carne stessa.
De gustibus

10 settembre 2009

MARIA CALLAS : La Divina in cucina

"La divina in cucina", curato da Bruno Tosi
(presidente dell'Associazione Internazionale Maria Callas)
che raccoglie le 100 ricette preferite dalla grande soprano.

Nessuna bizza da diva. Arrigo Cipriani, patron dell'Harry's Bar di Venezia ricorda quando Maria Callas varcava la porta del ristorante al fianco di Aristotele Onassis. ''Si sedeva dove c'era posto. Come tutte le persone importanti non voleva un tavolo particolare, solo quelli che non lo sono lo pretendono''. Cipriani, 73 anni, ha da poco finito di scrivere la prefazione de 'La divina in cucina', libro curato da Bruno Tosi che raccoglie le cento ricette preferite dalla grande cantante, a breve sugli scaffali delle librerie italiane. ''Aveva mantenuto il gusto per una cucina semplice e casalinga'', racconta il direttore dell'Harry's Bar ad Ign, testata on line del gruppo Adnkronos. ''Pasta, tagliatelle. Preferiva il gusto alla vista, non si era lasciata influenzare dal lusso degli ambienti che frequentava''. Nessun capriccio particolare in cucina. ''Da noi chiedeva sempre il piatto del giorno''.
E' una Maria Callas inedita quella che ci regala 'La divina in cucina'. Le ostriche alla veneziana, la peperata, i tagliolini gratinati al prosciutto. La 'Divina' ne andava pazza. E quando un piatto le piaceva, voleva la ricetta. I grandi chef dettavano e lei scriveva puntigliosamente grammi, etti e ingredienti.Smessi i panni di Tosca, Norma o Lucia di Lammermoor, è una 'Maria' inedita quella immortalata nelle pagine del volume di Tosi. Grembiulino e dosatore in mano, indaffarata tra i fornelli, a cena nei suoi ristoranti preferiti. Decine e decine di foto che danno un'altra luce alla figura della Callas. Donna, come tante, sempre in bilico tra passione del cibo e perenne ascetica dieta.

8 settembre 2009

Easy Entertaining Idea : Nutella e Formaggio

La presentazione è bella, sofisticata molto facile e il dolce è un delizioso equilibrio di dolce e salato. Si potrebbe servire il dessert/vassoio sopra ad una stampa francese e una bella caraffa di vino da dessert.
Mettete su una lastra di ardesia la Robiola, con una pila di fette di pane leggermente tostato, due piccole ciotole sul tavolo, uno con la Nutella e l'altra con sale marino naturale.
Gli ospiti potranno fare i loro crostini con cioccolato, formaggio ed una spruzzata di sale marino.

Comfort Foods Fettuccine with White Truffle Oil (All'Alfredo + Casa mia)

...tanto semplici da preparare e più buone di quanto si possa immaginare.  Un abbraccio  Fettuccine Stefania (All'Alfre...