31 agosto 2010

CAKE AL DOPPIO CIOCCOLATO E ZUCCHINE

 


CAKE AL DOPPIO CIOCCOLATO
Adattata da questo cake chocolate and zucchini

Buona giornata, questa mattina con il caffè c'erano in casa solo fette biscottate e non può andare. Quindi prima di ogni altra cosa da sbrigare ed uscire , ho preparato questo cake al doppio cioccolato. La ricetta prevede le zucchine tritate, non ho mai avuto tanta fiducia in una torta con le zucchine ed il cioccolato però in molti foodblogs che stimo per la loro ricette lo hanno preparato/proposto e consigliato,.... non devo aver dubbi deve essere buono ! Che ne dite le foto rendono ? 




CAKE AL DOPPIO CIOCCOLATO
con zucchine e olio d'oliva


Ho preso e adattato quello di chocolate & zucchini  un sito molto interessante che vi consiglio, certa che tante lo conoscono già, ho aggiuto uno yogurt perchè risultava troppo asciutto e la farina autolievitante...a portata di mano più comoda e pratica 


cosa serve :

2 tazze di farina per dolci autolievitante
3 /4 di tazza di cacao in polvere zuccherato
mezzo cucchiaino di sale
2 zucchine tritate
una tazza di zucchero di canna
2 cucchiai di zucchero semolato
mezza tazza d'olio d'oliva da gusto delicato
un vasetto di yogurt all ' aroma di vaniglia
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
3 uova grandi
1 cucchiaino di caffè in polvere
2 tazze di goccie di cioccolato


Bisogna mescolare assieme tutti gli ingredienti secchi, sbattere le uova con lo zucchero e l'olio poi unire tutti gli ingredienti ; quelli secchi, le zucchine, lo yogurt, le uova miscelate con zucchero e olio,  le goccie di cioccolato e formare il composto per il cake al doppio cioccolato con zucchine .
Prepare lo stampo  - ungere e infarinare -
Versate il composto nello stampo e cucocete in forno a 180° per circa un'ora , ai 45 minuti ho controllato con lo stecchino e allungato la cottura di altri dieci minuti.
Verificate anche voi il tempo con il vostro forno. 



30 agosto 2010

PANE INTEGRALE A CASSETTA con semi di papavero




Un alimento come il pane integrale che cuoce nel forno - calma tutta la casa - si rimane in attesa prima che lieviti e poi sentire il profumo che fuori esce dal forno preludio al sapore casalingo, ci piace. Basta questo a volte per sentimi quieta tra i fornelli. E' una sensazione che tutte noi vorremmo condividere con chi vogliamo bene, vero ?   Di poche altre ricette si può dire altrettando , per la sua semplicità il pane è principe della tavola, sempre ! Buona giornata ed  un abbraccio




PANE INTEGRALE A CASSETTA CON SEMI DI PAPAVERO


serve per una forma da plumcake *pane:

150 gr di farina 00
80 gr di farina integrale + 50 g per rimpastare
50 g di semi di girasole tritati
1 bustina di lievito di birra liofilizzato 7 g
un cucchiaino di malto d' orzo   ( o miele )
70 g di yogurt naturale
sale fino 7 g
un cucchiaio d'olio extra vergine
140 / 160 cc di latte tiepido
un pizzico di bicarbonato ( 2 g )

per decorare il pane :
semi di papavero
olio extra vergine per ungereo 

Mettete in una ciotola capiente tutti gli ingredienti secchi ed aggiungete il latte un poco per volta tanto da formare amalgamando un impasto morbido, tipico del pane. 

Copritelo con un telo umido e mettetelo  nel forno spento per minimo due ore, di più non guasta a lievitare.

Riprendete l'impasto e disponetelo in una spianatoia aggiungete i restanti 50 g di farina integrale, il pizzico di bicarbonato ed il sale fino, i semi di girasole impastate per 5 minuti.

Ungete ed infarinate lo stampo da plumcake formate un cilindro con l'impasto del pane spennellatelo con olio e distribuite sopra i semi di papavero, portate la temperatura del forno a 180°, cuocete il pane  per 20 minuti scoperto poi per altri 10 /15 minuti coperto dalla carta stagliola aperta ( solo per coprire il pane non chiudetela ) .

Fatelo raffreddare prima di tagliarlo,
per noi un formaggio di capra spalmabile sale olio extra e ravanelli

* è una forma un pò più grande di un plumcake, si allarga in alto, davvero bella per il pane.....trovata una volta al super poi sparita mi auguro si rifornisca di nuovo perchè è davvero "giusta" per un filoncino di pane homemade . Comunque la classica forma è ok.

26 agosto 2010

Teglia di pomodori farciti con la carne

 


Sembra non veda altra verdura al mercato - non è così - anche se,  mi sono ritrovata effettivamente in questi giorni a preparare ricette dove l'ingrediente principale sono i pomodori . Un pò perchè sono tra le verdure più belle e buone della stagione ed anche perchè tutti i banchi ne propongono tanti e di tutti i tipi / forme / colore inoltre ben sistemati, invogliano !!
Questi sono farciti con la carne di maiale e la salsiccia per un secondo gustoso e completo. Non sono da servire freddi tutt'al più tiepidi il ripieno ne risentirebbe,  anche se siamo in estate questi sono buoni come pietanza classica.


 


POMODORI FARCITI CON LA CARNE
di maiale e salsiccia

cosa serve per 6 persone :

Un consiglio tagliate i pomdori non a metà ma vicino alla calotta in modo da poterli - una volta svuotati dai semi -  riempire meglio con la farcia , inoltre rimangono anche più belli dopo la cottura.

12 pomodori tondi
400 gr di carne macinata di maiale
2 salsiccie
3 cucchiai di parmigiano grattuguato  ( se preferite più saporito del pecorino )
3 cucchiai di semolino
1 uovo ed un tuorlo
rosmarino
1 spicchio d' aglio
sale e pepe
olio extra vergine d'oliva


Preparate i pomodori lavateli e tagliate la calotta, svuotateli con un cucchiaino  - fate attenzione - salateli e metteteli a scolare della loro acqua di vegetazione per 30 minuti. Nel frattempo prepariamo il ripieno con la carne di maiale tritata e la carne delle salsiccie , rosolatela in una padella con lo spicchio d'aglio che poi toglieremo e fatela rosolare bene circa 5 minuti, scolatela - tenete a parte il condimento - una volta pronta  mettetela in una ciotola con il semolino, il parmigiano, le uova ed il  sale e pepe, mescolate bene gli ingredienti per formare il composto che ci servirà per riempire lei pomodori. Farcite i pomodori con la carne  e prima di chiudere con la calotta versate un pò di sughetto della carne dentro ad ogni pomororo. Disponeteli in una teglia unta e mettete sopra ad ogni fila di pomodori un rametto di rosmarino. Cuocete in forno già caldo a 180° per 35 / 40 minuti. Buon appetito !


24 agosto 2010

I'm back ! ♥




I'm back ! ♥ Sono tornata al mio foodblog,
non ancora a pieno regime..... devo sistemare alcune cose rimaste ad aspettarmi,
poi dalla prossima settimana saremo più spesso assieme, ho voglia di passare a trovarvi. 
Non sono andata fuori ho passato queste due settimane qui nella riviera , abbiamo fatto ogni cosa sempre con molta calma senza orari,
questo direi è stata la formula/indirizzo delle nostre due settimane di ferie . 
Mi siete mancate tanto !! Come state ?



Ho preparato in questi giorni questa zuppa di pomodori arrosto l' ho vista su alcuni blog ma ,non ho preso alla lettera le ricette mi sono.... liberamente ispirarata dopo averle lette e memorizzate. E' deliziosa e la consiglio volentieri, ho intenzione di ripeterla la prossima settimana e prepararne alcune bottiglie per conservarla per le sere che verranno. Ha un gusto molto più corposo e "arrostito" , una robusta crema di pomodoro non è una salsa, ha un aroma affumicato una vera zuppa.

ZUPPA DI POMODORO ARROSTO

cosa serve :

una teglia di pomodoro pelati  tagliati in 4 parti
2 cipolle medie affettate
2 carote a pezzi
un paio di coste di sedano a pezzi
uno spicchio d'aglio
1 peperoncino rosso facoltativo
un paio di rametti di timo fresco
un paio di rametti di origano fresco
olio extra vergine d'oliva
1 litro di brodo vegetale
sale




Preparate il forno a 200° , preparate la teglia con le verdure cospergere di sale e versate a filo un pò di olio ; aiutatevi con le mani per mescolare ed insaporire le verdure . Arrostite in forno caldo fino a quando i pomodori sono pronti per essere passati, circa 40 minuti.  

Riscaldate il brodo , si può usare anche quello preparato con un buon concentrato di dado. Mettete le verdure in una ciotola e con il mixer ad immersione frullatele aggiungendo il brodo fino alla consistenza desiderata. Se preferite togliere ogni singola buccia passatele nel passaverdure nella misura media. A questo mettete la crema di pomodoro di nuovo sul fuoco in una pentola per aggiustarla di sale e delle spezie che preferite, mescolare e servire. Accompagnata da crostini semplici o all'aglio.

Facoltativo : aggiungere una volta tolata dal fuoco uno o due cucchiai di panna per renderla più cremosa e di un colore tenue.

Con la stessa crema è possibile preparare  una
ZUPPA DI POMODORO FREDDA

Con quella rimasta, poca in verità  la sera successiva ho preparato una zuppa di pomodoro fredda completamente diversa mangiata fredda, con l'aggiunta di alcune goccie di tabasco, succo di limone  e cubetti  di ghiaccio. 


15 agosto 2010

Festa di Ferragosto : Solennità dell’Assunzione della B. V. Maria


Solennità dell’Assunzione della B. V. Maria

Cari fratelli e sorelle, affidiamoci a Colei che - come afferma il Servo di Dio Paolo VI - «assunta in cielo, non ha deposto la sua missione di intercessione e di salvezza».
 A Lei, guida degli Apostoli, sostegno dei Martiri, luce dei Santi, rivolgiamo la nostra preghiera, supplicandola di accompagnarci in questa vita terrena, di aiutarci a guardare il Cielo e di accoglierci un giorno accanto al Suo Figlio Gesù.

BENEDETTO XVI
ANGELUS Domenica, 15 agosto 2010


Narra il Transito della Beata Maria Vergine che la Madonna aveva chiesto al Figlio di avvertirla della morte tre giorni prima. La promessa fu mantenuta: il secondo anno dopo l’Ascensione Maria stava pregando quando le apparve l’angelo del Signore. Teneva un ramo di palma e le disse: “Fra tre giorni sarà la tua assunzione”. La Madonna convocò al capezzale Giuseppe d’Arimatea e altri discepoli del Signore e annunciò loro la sua morte.

« Venuta la domenica, all’ora terza, come lo Spirito Santo discese sopra gli apostoli in una nube, discese pure Cristo con una moltitudine di angeli e accolse l’anima della sua diletta madre. E fu tanto lo splendore di luce e il soave profumo mentre gli angeli cantavano il Cantico dei Cantici al punto in cui il Signore dice: “Come un giglio tra le spine, tale è la mia amata fra le fanciulle” – che tutti quelli che erano là presenti caddero sulle loro facce come caddero gli apostoli quando Cristo si trasfigurò alla loro presenza sul monte Tabor, e per un’intera ora e mezza nessuno fu in grado di rialzarsi. Poi la luce si allontanò e insieme con essa fu assunta in cielo l’anima della Beata Vergine Maria in un coro di salmi, inni e cantici dei cantici. E mentre la nube si elevava, tutta la terra tremò e in un solo istante tutti i Gerosolimitani videro chiaramente la morte della santa Maria. »

In quel momento Satana istigò gli abitanti di Gerusalemme che presero le armi e si diressero contro gli apostoli per ucciderli e impadronirsi del corpo della Vergine che volevano bruciare. Ma una cecità improvvisa impedì loro di attuare il proposito e finirono per sbattere contro le pareti. Gli apostoli fuggirono con il corpo della Madonna trasportandolo fino alla valle di Giosafat dove lo deposero in un sepolcro: in quell’istante – narra il Transito della Beata Maria Vergine - li avvolse una luce dal cielo e, mentre cadevano a terra, il santo corpo fu assunto in cielo dagli angeli

4 agosto 2010

Tempo d'estate ....e di vacanze


Auguro a tutti una serena e divertente estate , 
prendo un pò di tempo per le vacanze .....un abbraccio affettuoso a presto !

Questi biscotti sono così adorabili e perfetti per l' estate
la ricetta passo a passo : lemonade-cookies

♥ Thank you for stopping by my foodblog ♥

2 agosto 2010

Torta morbida di ciliege e latte



Ho visto questa torta da Mesilda  sabato pomeriggio nel suo  blog, al mattino avevo comprato delle bellissime ciliegie nere,  faceva un pò caldo e di uscire nel primo pomeriggio non avevo voglia, così ho pensato  - accendo il forno...!! - , e  faccio questa tortina dal sapore di latte con le ciliegie.

TORTA MORBIDA DI CILIEGE E LATTE
Cosa serve:

70g di farina
30 g di mandorle tritate
40g di burro
1 bustina di zucchero vanigliato
5 tuorli d'uovo
3 albumi d'uovo
80g di zucchero
300ml di panna per dolci
100ml di latte
zucchero a velo per la decorazione
25 ciliege


Montare i tuorli con lo zucchero, incorporare la farina e le mandorle tritate con la panna e il latte , amalgamare aggiungere anche il burro morbido. Montare gli albumi a neve ed unirli al composto di panna e latte , mescolando da sotto a sopra per non smontarli. Il composto si presenta piuttosto liquido, versarlo in una tortiera - la mia era di vetro - imburrata e infarinata ; disporre le ciliege ed infornare a forno caldo 180° per 40 minuti. 



Profuma tantissimo in casa mentre cucina in forno  




E' buona se lasciata riposare, e spolverata di zucchero a velo. Il giorno dopo, domenica abbiamo fatto una scampagnata sulle nostre colline , con cibarie quotidiani e libri questo è stato il nostro dolce tenuto al fresco in una borsa termica.


Comfort Foods Fettuccine with White Truffle Oil (All'Alfredo + Casa mia)

...tanto semplici da preparare e più buone di quanto si possa immaginare.  Un abbraccio  Fettuccine Stefania (All'Alfre...