30 settembre 2010

CHUTNEY DI POMODORO





Nel mio precedente lavoro - non è detto che non torni -  ho avuto modo di viaggiare in culture diverse e lontane dalla nostra, ricordo con piacere dei splendidi sapori, come le torte del Giappone con i loro candidi colori, se dovessi descriverle direi  "piume" ne ho mangiate davvero tante. 

Lo sushi e sashimi, tempura, oppure l'anatra alla pechinese candita e unica nel suo sapore ed è una delle pietanze che ricordo molto volentieri - non è possibile prepararla in casa - le zuppe calde degli angoli delle strade il vero comfort food . 

Ho voglia di sperimentare dei nuovi sapori con ingredienti non della nostra tradizione - in questo non sempre ho l'appoggio di casa - ; nelle riviste di ricette mi fermo a leggere sempre con più attenzione le cucine del mondo, non penso di esserne capace ma non è detto che non provi. Se decidessi per un contest sarebbe questo così potrei imparare da voi alcune ricette che ne dite ? 




Questa  chutney di pomodoro agrodolce è una piacevole sorpresa sul pane già si coglie il suo ottimo sapore, mentre si cuoce espande un profumo particolare dolce/ piccante e anche corposo che cambia nel corso della cottura. Questa salsa è tutta da gustare accompagnata con del formaggio e cracker è ottima, esalta anche gli altri sapori. 

Preparavo gli ingredienti pensando sono uno più bello dell’altro, i loro colori e i loro singoli sapori, dunque il chutney è una salsa indiana piccante a base di frutta, spezie e ortaggi, servono per questa chutney al pomodoro : 

Tomato chutney
da una ricetta di delicious magazine

1,5 kg di pomodori rossi o verdi anche diversi tra loro 
400 g di scalogno o cipolla bianca
3 mele granny smith
2 peperoncini rossi
3 spicchi d'aglio
un pezzo di 3 cm di zenzero fresco
550 ml di aceto di mele 
2 cucchiai di senape
400 g di uva sultanina
175 g di zucchero muscovado
2 cucchiai di melassa nera ( facoltativa )

Preparate il pomodoro in questo modo ; lavate e pulitelo eliminando le impurità, il picciolo, i residui non commestibili e le parti rovinate. Per sbucciare i pomodori incidere a  X la parte tonda del pomodoro, immergeteli per un minuto in acqua bollente, scolateli e con un coltello sollevate la buccia per eliminarla dal pomodoro. Tagliate a metà il pomodoro e privatelo dei semi, poi tritatelo grossolanamente. 




Mettete il pomodoro in una padella grande abbastanza da riunire poi tutti gli ingredienti per la cottura. Cominciate la cottura con il fuoco medio nel frattempo sbucciate e tritate lo scalogno e anche  le mele che farete a piccoli pezzetti ed uniteli al pomodoro continuate la cottura per 10 minuti. Tritate finemente i peperoncini rossi e anche l'aglio, grattugiate lo zenzero mettete anche questi ingredienti nella padella assieme alla senape. Versate 3/4 dell'aceto di mele, cuocete per altri 10  minuti, mescolando spesso. Quando gli ingredienti della chutney  sono pronti / morbidi ( se serve per continuare la cottura unite l'altra parte di aceto di mele ) versate lo zucchero, amalgamate e fate cuocere per altri 10 minuti per dar modo allo stesso di caramellarsi e sciogliersi togliete dal fuoco unite la melassa mescolate e gustate !



29 settembre 2010

Una domenica al mare e come ricetta le melanzane a funghetto



UNA DOMENICA DI SETTEMBRE SULLA RIVIERA ROMAGNOLA

Una domenica di fine settembre al mare con le prime sciarpe calde che avvolgono i capi leggeri, un mix perfetto e bellissimo. Vi riporto queste foto scattate domenica mattina nella mia riviera romagnola , una riviera vista così....è sconosciuta a molti.  

Volevo farla vedere a voi che amate le cose belle e sopratutto volevo farvi conoscere un'altro bellissimo modo di fare vacanza in romagna. Alla fine del mese di settembre si presenta sempre così e molti sono quelli che passeggiano sulla battigia nel fine settimana e anche a " prendere il sole " del mattino. Non servono molte parole per descrivere la suggestione di questo periodo, vi suggerisco solo di soggiornare in città e non al mare  quando cala il sole nel pomeriggio potete avere una piazza che vi accoglie per un aperitivo , come a Rimini città.       





MELANZANE A FUNGHETTO

Le melanzane preparate in questa maniera sono un delizioso contorno , ne preparo sempre una buona quantità , mi piacciono sulla pizza rossa senza mozzarella e posso condire anche della pasta al dente dopo aver aggiunto dei capperi dissalati e delle olive snocciolate.
Quindi non mi preoccupo se quando le pulisco sono tante, un pò durante la cottura diminuiscono di volume e in più sono molto versatili, da provare gustose e golose !!!



per le melanzane :

1 kg di melanzane 
250 g di pomodori pelati a filetti
3 spicchi d'aglio
2 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva
un bel mazzo di basilico 
sael
olio per friggere

Preparate le melanzane tagliandole a cubetti ,  non faccio la procedura del sale mettendole in un colino con il sale per mezz'ora per perdere il loro liquido, mi preoccupo solo che le melanzane siano raccolte fresche. Friggete le melanzane in abbondante olio caldo e in una padella capiente dove possano muoversi, fatele imbiondire bene, scolatele su carta da cucina non sovrapponetele le une con le altre, salate. In una padella mettete due cucchiai di olio extra vergine con l'aglio a spicchi fatelo dorare, aggiungete i filetti di pelati cuocete per 5 minuti salate pepate; infine unite le melanzane e abbondante basilico tritato grossolanamente . 






27 settembre 2010

POLPETTONE D'AUTUNNO VESTITO



Dei problemi alla navigazione su internet mi ha fatto cambiare alcune piccole cose, non mi piace quando qualcosa cambia nelle rassicuranti abitudini, mi conoscono ci metto poco ad abituarmi al nuovo ma la cosa non mi piace lo stesso !  Voglio scusarmi della mia assenza nei commenti ai vostri blog, non riuscivo a scrivere, ho visto tutte le vostre belle iniziative, ricette, compleanni ma non ho potuto mettermi in contatto per partecipare .  Lo faccio anche se in ritardo i prossimi giorni.  




Per ora lascio traccia del mio polpettone classico, di carne di manzo, una volta cotto la carne si presenta di colore scuro il sapore è molto buono , se volete potete sostituirlo con carne di tacchino o maiale ; così vestito sul piatto da portata insieme all'uva ha un' allure d'autunno ed è un idea per presentare una rassicurante classica ricetta. L'uva l'ho raccolta da un piccolo filare di mia mamma, un uva casalinga ma ha fatto il suo dovere ! 



POLPETTONE CLASSICO 
AVVOLTO IN FETTE DI PANCETTA AFFUMICATA 

cosa serve :

600 g di carne scelta macinata di manzo
100 g di parmiggiano
2 uova
50 g di pane grattugiato
100 gr di fette di pancetta affumicata tagliata sottile
noce moscata
sale 
pepe
due rametti di rosmarino
uva 

In una ciotola mettete la carne macinata con il parmigiano, il panr grattugiato, le due uova, la noce moscata, sale e pepe, mescolate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Raccoglietelo al centro di un foglio di carta da forno ( salamino ) e date alla carne la forma del polpettone. Trasferite il polpettone avvolto dalla carta nel forno a cuocere per 40 minuti a 180°. Una volta cotto toglietelo dal forno e fatelo raffredare un poco.

Preparate l'uva tagliando a metà gli acini.

Mettete sul tagliere una accanto altra le fette di pancetta affumicata e tenete due a parte, mettete il polpettone sopra le fettine e avvolgetelo con le stesse. Rimettete il polpettone nella teglia al centro con due spicchi d'aglio, l'olio extra vergine, il rosmarino proseguite la cottura per altri 10 minuti a questo punto unite anche l'uva e continuate per altri 5 minuti. Servite su un piatto da portata . 



Regina della Pace : Messaggio di Medjugorje 25 agosto - 25 settembre 2010


Messaggio di Medjugorie
25 settembre 2010

" Cari figli, oggi sono con voi e vi benedico tutti con la mia benedizione materna di pace e vi esorto a vivere ancora di più la vostra vita di fede perchè siete ancora deboli e non siete umili. Vi esorto figlioli, a parlare di meno e a lavorare di più sulla vostra conversione personale affinchè il vostro testimoniare sia fruttuoso. E la vostra vita sia una preghiera incessante. Grazie per aver risposto alla mia chiamata . " 


Messaggio di Medjugorie
25 agosto 2010

" Cari figli, con grande gioia anche oggi desidero nuovamente invitarvi: pregate,pregate pregate. Questo tempo sia per voi tempo per la preghiera personale. Durante la giornata trovate un luogo dove, nel raccoglimento, possiate pregare con gioia. Io vi amo e vi benedico tutti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. " 

24 settembre 2010

pesto al basilico + pane aromatizzato al pesto

 


Che delizia un pane appena sfornato che profuma di basilico,  è buono già da solo . Non è proprio un pane dall' impasto semplice ho aggiunto un paio di cucchiai di formaggio morbido e fresco , la crescenza. E' adatto comunque anche per accompagnare ogni tipo di companatico.

Avete anche voi le piantine di basilico sul balcone con qualche foglia in cima al ramo e poco altro ? Allora è arrivato il momento di preparate un piccola scorta di questa profumata foglia prima che per  il suo corso naturale sparisca dai vasi. Questa è la ricetta con l'aglio anche se ho preparato alcuni vasetti senz'aglio per accontetare tutti.



Ci sono delle regole dettate per preparare il pesto alla genovese ufficiale una è senz'altro quella di pestare con il pestello tutti gli ingredienti a crudo nel mortaio, l'altra di usare solo il basilico_genovese  oltre a questi altri ingredienti : olio extra vergine d'oliva ligure, aglio, pinoli, parmigiano reggiano, pecorino, sale. Le stesse regole sono state regolamentate dal conzorzio di tutela come disciplinare per poter ottenere l'origine Dop


LA RICETTA DEL PESTO AL BASILICO

Questa è la mia ricetta , nel mortaio con l'apposito pestello il basilico non deve essere "pestato" solamente ma è necessario anche ruotare il pestello per far uscire gli oli essenziali delle foglioline.
cosa serve :
100 gr di foglioline di basilico
un bicchiere d'olio extra vergine d'oliva
2 spicchi d'aglio  ( un piccolo spicchio ogni 50 foglioline )
4 cucchiai di pinoli
5 cucchiai di parmigiano reggiano
3 di pecorino
sale

Mettete nel mortaio l'aglio e pestatelo assieme al sale grosso, una volta ottunuta una crema dai spicchi d'aglio aggiungere un poco alla volta le foglioline di basilico, le stesse faranno escire un olio verde e profumato a questo punto unite i pinoli con un filo d'olio, poi  i due tipi di formaggio sempre continuando a versare l'olio a filo. Si può usare anche il frullatore mettete tutti gli ingredenti frullate aggiungendo l'olio a filo. 




PANE AROMATIZZATO AL BASILICO

Come dicevo il pane ha nell'impasto un paio di cucchiai di  formaggio crescenza , potete mettere altro formaggio sempre di pasta morbida questo lo ha reso molto adatto al condimento del pesto al basilico, oltre ad averlo resto soft.




La forma del pane è a piacere si possono preparare dei piccolini panini o impastare proprio all'interno del composto il pesto per ottenere un pane dal colore verde, oppure come per la torta di panini imbottiti al formaggio.



IL PANE

cosa serve :
500 g di farina 00
50 g di lievito di birra fresco
2  cucchiai di crescenza
4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino di malto
1 cucchiaio di sale


Sbriciolate il lievito di birra e il cucchiaino di malto in un bicchiere e scioglietelo con un pò di acqua appena tiepida. Setacciate la farina in una ciotola , mescolatela con il sale e fate una fontana larga. Mettete al centro la crescenza con l'olio d'oliva e versate il lievito diluito, mescolate gli ingredienti e impastate per una decina di minuti. 
Formate con l'impasto una forma a  palla, e copritelo per lasciarlo lievitare per un'ora, fino a quando sarà quasi raddoppiato. A questo punto, ritornate a lavorarla e  dividetela in piccoli pani uguali e stendetela con il matarello o con le mani fino ad ottenere dei piccoli ovali di un cm di spessore. Distribuite sopra il pesto poi partendo da un lato arrotolateli su se stessi in modo da ottenere dei filoncini.
 
Adagiateli con l ' apertuta in sotto per averli a filoncino, con la parte sopra se volete la forma imperfetta, ora metteteli sulla placca rivestita di carta da forno, e copriteli con un panno. Lasciate lievitare per un 'altra mezz'ora infornate a 180°. Lasciate cuocere per circa 40 minuti, fino a quando i filoncini saranno dorati. Lasciateli raffreddare su una griglia.

22 settembre 2010

Pasta alla Carbonara bianca


Questa è la temperatura in assoluto che preferisco quest 'aria frizzantina che il sole riscalda mi mette voglia di fare. E' fresco ma basta spostarsi un poco al sole, non è così ?  Oggi posto sul blog una delle varianti possibili alla carbonara, non me ne vogliano i tradizionalisti in quanto mi piace la carbonara classica è gustosa ed unica ; è giusto però anche reinventare una ricetta modificando con armonia se possibile gli ingredienti. Una buona giornata  a tutti voi ♥

 

Pasta alla Carbonara bianca 
con prosciutto arrosto, caciocavallo affumicato e zucchine

Questa primo piatto di pasta ha un sapore deciso dato dal formaggio Caciocavallo stagionato e affumicato non pensate guardando al colore pastello di questi sedanini che abbiano un sapore delicato. La presenza come ingrediente di questo formaggio stagionato dona alla pasta un sapore un pò piccante e dal profumo aromatico dato dalla affumicatura ; mentre le zucchine e il prosciutto arrosto  contribuiscono a bilanciarne il sapore con la loro dolcezza.

serve avere per 4 persone :

400 gr di sedanini
2 uova a temperatura ambiente
50 gr / mezz'etto di Caciocavallo affumicato grattugiato 
50 gr / mezz'etto di prosciutto cotto arrosto   
2 / 3 zucchine
2 cucchiai di panna fresca
una o due cipolline fresche
olio extra vergine
sale e pepe da macinare al momento

Tenete a parte un bicchiere di acqua di cottura prima di scolare la pasta, potrebbe servire quando la saltate in padella per farla mantecare meglio.

Pulite le cipolline fresche tenendo solo la parte bianca, tritatela finemente e soffriggetela in una padella larga con olio extra vergine per pochi minuti, unite le zucchine tagliate a pezzetti e fatele ammorbidire, mescolate, salate e pepate. Spegnete il fuoco e unite il prosciutto cotto arrosto tagliato a listarelle.

Sgusciate le uova in una ciotola capiente, unite il caciocavallo con un pizzico di sale, due cucchiai di panna fresca e sbattetele con una forchetta.

Lessate i sedanini al dente in abbondante acqua salata, scolateli e trasferiteli nella ciotola con l'uovo, molto velocemente mescolate per far rapprendere le uova, ora traferite nella padella con il composto di zucchine e prosciutto amalgamate, aggiungete una bella mancinata di pepe nero e servite. 


20 settembre 2010

Una ricetta con l'aroma di provenza e l' allure di campagna chic

 


POLLO ALL'AROMA DI PROVENZA
Una ricetta con un sapore ed un allure di campagna chic


Buon lunedì e una felice settimana a tutti voi ho da presentarvi la ricetta prepararta ieri mattina, deliziosa  per la semplicità di esecuzione, sapete come amo la cucina " pratica" ma con una buona resa, questo è un buon esempio e anche per il sapore squisito  oltre che per il profumo che sprigiona in tutta la casa, sa veramente di buono.




Era tempo che volevo provare questa ricetta ma non ne avevo mai l'occasione, in realtà nemmeno ieri poteva essere il giorno giusto considerando che non avevo un bel pollo intero ma solo dei petto di pollo, mi sbagliavo diventano un secondo di carne raffinato, facile ed economico. Da provare !



 


Gli ingredienti sono poco costosi pollo, patate e cipolla ma il tocco di gusto a questo secondo è dato dal  sale aromatizzato preparato la settimana scorsa ; per l'occasione si è arricchito di fiori di lavanda per avere l' aroma di provenza, vi ricordate dicevo nel post del sale  la mia idea è poi quello di modificarlo a seconda dell'utilizzo in cucina. Pensavo a questo tipo di varianti !




PETTI DI POLLO AROMATIZZATI AL SALE DI PROVENZA
Una vera e buona ricetta casalinga 

cosa serve :

petti di pollo o un pollo intero
patate
cipolle rosse
pepe
burro

Preparare la carne ungendola con del burro ammorbidito e spolverizzatela con il sale homemdae ai profumi della provenza, in una pirofila mettete alla base dei ciuffi abbondanti di burro ; distribuite le patate con le cipolle e cuocetele in forno a 250 ° per 30  minuti, le patate devono risultare dorate mentre le cipolle morbide. Togliete dal forno unite i petti di pollo e infornate di nuovo per atri 20 minuti. Servite immediatamente.  





Ho preso un paio di cucchiai di sale aromatizzato ed ho aggiunto i fiori di lavanda, poi ho preparato un altro vasetto per avere anche questo tipo di sale profumato, lo passo i prossimi giorni nel blog giusto per avere il ricettario aggiornato.


17 settembre 2010

Patate con hamburger in salsa - La salsa di Valentine Warner


 


Viene voglia anche a voi a volte di preparare un piatto veloce come secondo ma non " grigio " ? Vi passo una salsa di quel cuoco tutto strano....... mi piace, si tratta di valentine warner ho visto preparare da lui diverse salse da accompagnamento tutte da provare a mio avviso. Questa è una sorta di maionese arricchita di ingredienti "piccanti" ha dato al piatto un gusto buono. 

INSALATA DI PATATE CON LA SVIZZERA IN SALSA
in Italia l' hamburger è conosciuto come "svizzera"



E' andata così ; ho cotto le patate in abbondante acqua salata, preparato un mini pesto di basilico con fiori solo olio e sale, e la salsa di valentine_warner  poi ho tagliato i pomodorini.  Infine dopo aver aspettato che le patate diventassero tiepide , ho cotto la svizzera di vitello e sistemato nel piatto come vedete dalla foto e qualche pinolo qua e là.......felice giornata e buon week end.

cosa serve per questo veloce secondo di carne:

hamburger di vitello
patate lessate
pomodorini
mini pesto di basilico e fiori
pinoli


Per la salsa di maionese ' piccante '


3 tuorli d'uovo
1 ½ cucchiaino colmo Senape di Digione
sale e pepe nero
1 piccolo limone, solo il succo
50ml di olio d'oliva
250ml olio di girasole
5 filetti di acciughe salate sott'olio sgocciolato , tritate
2 piccoli cucchiai di capperi, scolati e sciacquati

Per la salsa :  mescolate in un frullatore i tuorli d'uovo con la senape di digione il sale, il  pepe, il succo di limone fino a quando non risulatno ben "montati" . Sempre nel frullatore mentre è in funzione aggiungete a filo gradualmente l'olio d'oliva fino a farlo incorporare bene, ripetete la stessa procedura con l'olio di girasole . Se il composto dovesse risulatre troppo denso si aggiungono un paio di cucchiai di acqua tiepida sempre mescolando. Il risulato della salsa deve essere liscio e morbido ; versatela in una ciotola e aggiungete per finire i filetti di acciuga ben tritati e i capperi piccoli interi. Mescolate e mettete a parte per servirla con le patate tiepido e appena salate.




15 settembre 2010

Pan di Spagna al profumo di limone

 

abc magazine  sono onorata ed emozionata Cool & Chic Style confidential è il foodblog del mese iscrivetevi come ho fatto qualche mese fa e dite che vi mando io ..... - sorrido -  siamo in Italia o no ? Sono certa che per i prossimi mesi potreste essere voi ad occupare quello spazio sul magazine .

Sono in tutt'altre  faccende , e la cucina è pulitissima. Mi ha impegnato il cambio del layout blog , non sono ancora in ordine abbiate pazienza i prossimi giorni devo sistemare i link, se sparite per un pò non è una scortesia ma aggiorno il nuovo, devo sistemare, ok ?
Non volevo cambiare o almeno non ci pensavo fino al momento di fare qualche modifica e allora....... ho deciso per i nuovi layout sono molto più flessibili e se si aggiunge o se si toglie qualcosa, è più facile. Mi ero affezionata  al mio e al momento del clik ...ho atteso un attimo !




Ho preparato questi piccole tortine per non far mancare in casa la pausa dolce , mi piace al mattino un caffè - che prepara sempre mio marito - e un piccolo dolce .

PAN di SPAGNA
al profumo di limone

E' un semplice ma delizioso Pan di Spagna profumato al limone, con qualche cucchiaio di fragole anche loro al limone. Ho preparato alcuni vasi quando c'erano le fragole un giorno che non potevo consumarle tutte fresche , la ricetta è molto semplice ; frutta, zucchero, limone sul fuoco per 5 minuti e in dispensa . Le dosi del pan di spagna sono per una tortiera con cerniera e a bordi alti di 24 cm o 4 / 5 piccoli stampini. 

cosa serve :
6 uova a temperatura ambiente
160 g di zucchero
un limone non trattato
175 g di farina
burro e farina per gli stampi

per la composta di fragole : non ho delle dosi faccio a occhio come per altra frutta, zucchero un goccio di limone e in un tegame antiaderente per 5 minuti , fatto !
Al posto del limone possiamo profumarla con della vaniglia se preparate delle mele con cannella, delle pere con il liquore all' anice o anche senza aromatizzarle sono buonissime in inverno con uno zabaione profumato al moscato freschissimo. Un bacio    

per prepararlo : Separate i tuorli dagli albumi. In una ciotola mettete i tuorli con lo zucchero e la scorza del limone, mescolate bene e con delle fruste elettriche fate un composto spumoso e bianco. Aggiungete la farina settacciandola un poco alla volta facendola assorbire per non formare grumi , poi lavorate di nuovo con le fruste. Montate gli albumi a neve - aggiungete qualche goccia di limone - ed incorporatelo al composto di tuorli farina e zucchero. Imburrate e infarinate degli stampini e vesate il composto riempiteli fino a 3/4. Infornateli per 20 minuti a 180 °,  per  la tortiera da 24 cm per 35 minuti. Prima di togliere gli stampi dal forno infilate al centro lo stecchino per la prova cottura, se esce asciutto è cotta !
fonte per il pan di spagna : il meglio di sale e pepe



13 settembre 2010

Torta di panini imbottiti al formaggio e bacon


 

Buon lunedì abbiamo avuto un fine settimana splendido vero ?  la temperatura ideale per uscire all'aperto. Ho passato il pomeriggio di sabato in giro a Bologna in cerca di qualcosa, bellissima città , l' unico neo della giornata si è presentato alla fine della stessa nella trattoria della sera.
Forse perchè mi aspetto che questa città non cambi mai nella tradizione del cibo, si è sempre detto - A Bologna si mangia bene ovunque .... -  invece non è così !
Tutto era sciappo cattivo e malservito e anche scarso per finire. Non abbiamo preso piatti particolari che richiedono uno chef di primordine ma del tipico antipasto bolognese affettati con crescentine e tigelle e a seguire sulla stessa linea.
Rimango delusa da questa generazione che sperpera il lavoro fatto dai loro genitori una trattoria aperta nel 1961. Ho fantasticato sull'entusiasmo oltre al sacrificio che potevano avere agli inizi di questa attività  e come ci tenevano che si mangiasse bene..da loro. Non poteva essere altrimenti non avrebbero durato abbastanza perchè i loro figli potessero ereditare questa trattoria, dubito per i  nipoti.
  

 


TORTA DI PANINI RIPIENI AL FORMAGGIO E BACON

Una delizia da gustare con un boccone dietro l'altro, per il ripieno ho utilizzato due ingredienti molto saporiti e decisi, si possono riempire anche con ingredienti diversi più delicati come formaggio leggero e prosciutto cotto, oppure per una merenda la mortadella. dipende anche l'utilizzo .

Quando ho sfornato la torta di panini ripieni e ne ho assaggiato uno il pensiero è andato a delle uova strapazzate cotte nel burro...... il risultato una cena gustosa country, perfetta !!!   uova squisite

Cosa serve :
Ho preparato 500 g di pasta di pane, per una tortiera da 26 cm se ne possono preparare anche 600 / 700 gr

500 g di pasta di pane 
50 g di burro
50 g di farina

ripieno :
due fette di bacon spessorate... di mezzo/cm
200 g di emmenthal grattuggiato
semi di sesamo
latte


500  gr di farina 00
25 g di lievito di birra fresco
latte tiepido
un cucchiaino di sale
un cucchiaino di zucchero semolato

Fate scioglire il lievito di birra nel latte tiepido. Mescolate la farina al sale e allo zucchero, unite il lievito sciolto nel latte e versate gradatamente il restante latte tiepido - non tutto - solo il necessario per impastare un composto mordido e caldo ( il latte tiepido ) , continuate ad impastare per 3 / 5 minuti. Preparate una terrina spolverandola di farina, disponete la pasta di pane e incidetela con una X non profonda. Copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare finchè sarà raddoppiata di volume.

Una volta lievitata lavorate di nuovo la pasta per sgonfiarla apritela e appiattitela, aggiungete i fiocchetti di burro morbido i 50 gr di farina e lavoratela di  nuovo per riformare un impasto lisco. Tagliate i dischetti con un tagliapasta o con un bicchiere

Riempiteli con formaggio e bacon e chiudeteli formando delle piccole pagnotelle, disponetele in una tortiera infarinata lasciando un pò di spazio tra una pagnotella e l'altra. Coprite lo stampo con un canovaccio e fate lievitare di nuovo per almeno 30 minuti.

Spennellate la superfice dei panini con il latte, distribuite i semi di sesamo e infornate a 200° per 25 minuti.


10 settembre 2010

Torta rustica con le nettarine




Frutta  di recupero & relax serale

Capita a volte in cucina di vedere un ingrediente fermo per qualche giorno, è quello successo alle mie nettarine non le magiamo più ! Sono due settimane che le compro ma rimangono nel portafrutta. Sono mesi che mangiamo queste splendide pesche e sapete che, vivo proprio nella zona delle nettarine  e quindi comincio presto ad averle in casa ...e rimangono fino all'ultimo.

Ora senza la sana tensione di un dolce e in mezzo alle altre faccende / commisioni della giornata con allegria ho preparato questo cake per trovare alle nettarine un nuovo modo di andare...avanti ! 

Metà della torta è andata a mia figlia e l'altra per noi come dopo cena la sera stessa con una crema di panna e succo di zenzero. Non ha bisogno di essere molto dolce questa crema è deliziosa l'ho vista tempo fa per altre ricette da martha stewart è molto adatta per accompagnare le ricette con la frutta cotta . Non so, ma penso che meglio non poteva venire gustosa dal sapore fresco e sano..... felice week end .



 


TORTA RUSTICA CON LE NETTARINE

cosa serve :

2 fogli di pasta sfoglia pronta
4 pesche nettarine
2 + 1 + 1 cucchiai di zucchero
latte per bagnare la sfoglia
una noce di burro a temperatura ambiente
2 cucchiai di marmellata di pesche

Crema di panna allo zenzero

1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato finemente
1 / 2 tazza di panna
1 cucchiaio di zucchero semolato

Grattugiate un tocco di zenzero di un paio di centimetri per avere  un cucchiaio di polpa, schiacciatela per ricavarne il succo e scartate la polpa , in una ciotola mettete il succo di zenzero la panna e lo zucchero meglio quello in granella fine, lavorate con una frusta a mano  fino aa ottenere un pasta morbida , è da conservare in frigorifero.

preparazione torta :

Preriscaldate il forno a 180 ° . In una teglia con i bordi alti disponete della carta da forno bagnata e strizzata e adagiate sopra una sfoglia . Lavorate la noce di burro ( un cucchiaio abbondante ) con due cucchiai di zucchero e rendetelo spumoso e bianco, distribuitelo nel fondo della sfoglia e sopra i due cucchiai di marmellata come dei piccoli gnocchi non spalmata.  
Pulite dalla buccia le nettarine e tagliatele a tocchetti distribuitele sulla sfoglia  e spolverate con un cucchiaio di zucchero.  Chiudete con l'altra sfoglia adagiatela in maniera morbida lasciatela cadere, piegate sempre in modo morbido i bordi e fate cinque piccoli tagli sulla sfoglia, bagnate la superfice con del latte e spolverizzatela con un cucchiaio di zucchero. Infornate per 30 / 35 minuti . 

Mi piace sistemare in modo rustico la pasta sfoglia pronta , il risulato è più casalingo , praticamente lo metto morbido ..così come cade e i bordi li rivolto lasciandoli cadere / adagiare. Torta di pasta sfoglia alle verdure


9 settembre 2010

Pizzette morbide e soffici ... enjoy



 


Queste sono le pizzette morbide e soffici di casa mia per i pomeriggi uggiosi come quello di ieri, della semplice pasta di pane lievitata e solo tre gusti : mozzarella pomodoro con parmigiano, pomodoro e capperi, pomodoro e filetti d'acciughe . Per ottenere un impasto morbido nelle pizzette servono semplici accorgimenti il latte tiepido al posto dell'acqua e la lievitazione "doppia" . 

Mentre per le pizze mi piace cambiare e provare anche nuovi gusti, per le pizzette non esistono a mio avviso che tre tipi di varianti con qualche foglia di basilico per finire, enjoy your meal !



 


PIZZETTE MORBIDE & SOFFICI
CLASSICHE ALL'ITALIANA



la pasta di pane per pizzette soffici e morbide :

500 gr di farina 00
25 g di lievito di birra fresco
latte tiepido circa 3 dl
un cucchiaino di sale
un cucchiaino di zucchero semolato

per guarnire :

pelati spezzettati ( scolati )
mozzarella tagliata a cubetti
parmigiano grattugiato

capperi
filetti d' acciughe sott'olio

folgie di basilico

preparazione :

Fate scioglire in poco latte tiepido il lievito di birra.

Mescolate la frina al sale e allo zucchero, unite il lievito sciolto nel latte e versate gradatamente il restante latte tiepido - non tutto - solo il necessario per impastare un composto mordido e caldo ( il latte tiepido )   , continuate ad impastare per 3 / 5 minuti.  

Preparate una terrina spolverandola di farina, disponete la pasta di pane e incidetela con una X non profonda. Copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare finchè sarà raddoppiata di volume.

Una volta lievitata lavorate di nuovo la pasta per sgonfiarla, poi stendetela con il mattarello per uno spessore di mezzo cm. Tagliate i dischetti con un tagliapasta o con un bicchiere, metteteli sulla placca foderata con carta forno bagnata strizzata e poi unta con un pennellino intinto nell'olio.

Copritele con un telo umido e lasciatele lievitare di nuovo finchè i dischetti risultano soffici e morbidi; distribuite i pelati spezzettati e ben scolati precedentemente in un colino, la mozzarella tagliata a cubetti ed il parmigiano ; infornate a 220° per 8 minuti.

Qualche foglia di basilico per finire ! 







8 settembre 2010

Il mio sale aromatizzato





SALE AROMATIZZATO PREPARATO IN CASA
tutte le erbe aromatiche sono di casa mia , che soddisfazione !

Venerdi scorso ho sistemato tagliato e ripulito le erbe aromatiche che tengo sul terrazzo, su quello chiamato  il  " terrazzo di dietro " , da noi di casa, ovvio  ! In questo terrazzo piuttosto lungo trovano " abitazione " i vasi delle erbe aromatiche, il mio giallo canarino e in estate i panni stesi verso l'interno  ; ora non voglio dilungarmi nella descrizione del terrazzo di dietro.... ma dirvi che dopo aver potato tutte le piante, avevo un mazzo di foglie profumate e ho pensato - .......mi dispiace buttare tutte queste foglie profumate , potrei fare un sale aromatizzato in casa , lo avevo visto preparare  da lucullian delights !  

Sono uscita ho comprato il Sale dei Papi di Cervia è particolare ha una grana medio-fine molto versatile e molto bella è un sale "dolce", ho scelto questo tipo di sale da mixare con il sale maldon che avevo in dispensa. 

Questo mix piccante e aromatico è adatto sui pomodori in insalata rimangono questi piccole pietre trasparenti o al forno - divideteli in due disponeteli sulla placca del forno, una manciata di questo saporito mix , fatto -  o sul pesce , sulle carni bianche. 

Questa è la mia idea ;  ho deciso per un sale dolce come quello di cervia per poter poi usare il sale aromatizzato in più pietanze, magari modificando la base preparata anche di volta in volta, aggiungendo per la selvaggina del ginepro  pestato , del finocchio selvatico e polvere di limone per un coniglio al forno, della polvere d' aglio per un pane al forno aromatizzato.

Sono riusciti 8 vasetti e devo distribuirli ........vado a portarli a mia figlia,  mia mamma .. !  


sale aromatizzato homemade

non ci sono le dosi decidete la densità del profumo che volete ottenere, il mio è composto da   :

Sale dei Papi di Cervia per 80 %
Sale Maldon al 20 % 
Rosmarino
Salvia
Timo
Origano
Peperoncini essicati
sempre di mia " produzione " dell'anno passato 


Tritate grossolanamente le erbe aromatiche , o pestatele al mortaio una alla volta poi mescolatele al sale e disponetelo per una notte su un foglio di carta da forno,  il giorno dopo invasate. 







7 settembre 2010

Una sfilata di salse al pomodoro





Una sfilata di salse al pomodoro tradizionali o con un pizzico di modernità e fantasia. Il pomodoro è la verdura più consumata dagli italiani in estate, e alla fine di questa stagione in molte case si preparano le salse da mettere in vaso per l'inverno.



Non potevo non dedicare un post completo alla verdura e al piatto più amato dagli italiani ; la pasta con il pomodoro.  Le foto sono state realizzate da me nelle ultime settimane, ma in tempi diversi. Le ricette da casa mia,  dalla rivista Sale & Pepe e dalla rivista La Cucina Italiana !





Preparare il pomodoro *

Lavate e pulite il pomodoro eliminando le impurità, il picciolo, le parti non mature, i residui non commestibili e le parti rovinate. Per sbucciare i pomodori incidere a  X la parte tonda del pomodoro, immergeteli per un minuto in acqua bollente, scolateli e con un coltello sollevate la buccia per eliminarla dal pomodoro. Tagliate a metà il pomodoro e privatelo dei semi.  

Per la pasta alla crudaiola o una bruschetta  : tagliateli a dadolata fatteli sgocciolare per un paio d'ore poi metteteli a marinare con olio extra vergine d'oliva, aglio, basilico e sale infine condite la pasta   la-panzanella

Per essiccarli velocemente: disponeteli in una placca da forno ricoperta con carta forno, salateli e infornateli a 80° per un ora, poi disponeneteli nei vasi con un mazzetto di verdure aromatiche come ho preparato per questi pomodorini caramellati o preparare anche un vaso da consumare velocemente con pomodori essicati, mozzarella simile a questi food-express-mozzarella-di-bufala



Salsa di pomodoro classica


Per preparare una buona salsa al pomodoro classica o di base è utile prendere dei pomodori belli maturi, sodi e sani e procedere in questo modo ; lavate i pomodoro e tagliateli a grossi tocchi, eliminate tutte le parti verdi perchè queste rendono la salsa acida. In una casseruola fate rosolare dolcemente della cipolla tagliata a spicchi con l'aglio e olio extra verigine d'oliva , non deve prendere il colore brunito ma solo appassire aggiungete i pomodori a pezzi.. Cuocete per poco meno di un'ora a fuoco moderato per la prima parte la casseruola è meglio coprirla. Salate solo alla fine , ora prendete un colino e fate sgocciolare per un'ora il pomodoro conservate il liquido, passatelo al passaverdura e controllate il grado di concentrazione, diluite se necessario con un pò di liquido tenuto a parte.  

Una volta preparata la salsa versatela nei barattoli e completate ogni barattolo
con il basilico o con un pomodorino crudo.
zuppa di pomodoro arrosto    pappa col pomodoro    sugo di pomodoro pelati    salsa-di-pomodoro




Salsa alla cipolla e basilico

2 vasi da 250 g - 1 kg di pomodri - un cucchiaino di zucchero - sale - 5 foglie basilico - una piccola cipolla

Preparate i pomodori * , poi tritate una cipolla e fatela imbiondire in un tegame con olio extra vergine d'oliva, aggiungete i pomodori un cucchiaino di zucchero, il basilico ed il sale. Cuocete a fuoco moderato per 20 minuti con il tegamo coperto, passate tutto al passaverdura poi fate restringere la salsa sul fuoco con tegame scoperto per altri 10 minuti. Versate il sugo in vasi da conserva, coprite con un filo d'olio. Chiudete i vasi e sterilizzateli per un'ora .  piccole ma importanti regole





Sugo alle erbe aromatiche

2 vasi da 250 g - 1 kg di pomodri - un cucchiaino di zucchero - sale -  5 spicchi d'aglio, zucchero,sale e pepe, erbe aromatiche : timo, maggiorana, salvia, rosmarino, prezzemolo

Preparate i pomodori * , rosolate in una casseruola con abbondante olio extra vergine d'oliva l'aglio, unite i pomodori, lo zucchero, il sale e il pepe. Cuocete i pomodori a fuoco basso per un 'ora. Spegnate il fuoco ed aggiungete le erbe aromatiche tritate, mescolate. Una volta fredda mettete la salsa in frigorifero per una notte, il giorno seguente riportatela ad ebollizione e versatela nei vasi da conserva, coprite con un filo d'olio. Chiudete i vasi e sterilizzateli per un'ora .  




Pomodorini in salsa

1 kg di pomodoro, mezzo kg di pomodorini pachino, un rametto di finocchietto selvatico, sale, zucchero, cipolla 

Lavate e tagliate a pezzetti il pomodoro e mettetelo con una cipolla tagliata a fettine in una casseruola con finocchietto selvatico tritato sale un cucchiaino di zucchero e cuocete a fuoco basso per 20 minuti. Passatelo al passaverdura e rimettete la salsa sul fuoco aggiungendo i pomodorini pachino interi. Continuate la cottura per 5 minuti, trasferite la salsa nei vasi da conserva.




Pomodoro pelati interi all'alloro

1 kg di san marzano, una cipolla, una  foglia d'alloro, timo,origano, zucchero,sale. 

prima fase : Preparate i pelati  *, tagliateli e metteteli in una casseruola con la cipolla tritata, la foglia d'alloro, le foglioline di timo e di origano, il cucchiaino di zucchero. Cuocete a fuoco basso per 30 minuti , passatela nel passaverdure e salate.
seconda fase : Prendete un kg di pomodori pelati san marzano lavateli e puliteli eliminando le impurità, il picciolo, le parti non mature, i residui non commestibili e le parti rovinate. Poi incidere a X la parte a punta del pelato, ed immergeteli per un minuto in acqua bollente, scolateli poi con un coltello sollevate la buccia per eliminarla dal pelato san marzano. Tagliate a metà il pomodoro e privatelo dei semi.
terza fase : Distribuite i pelati san marzano nei vasi da conserva alternandoli con foglie di basilico, versate la salsa preparata precedentemente, battete leggermente i vasi per far scendere bene la salsa ed evitare le bolle d'aria. Chiudeteli e sterillizzateli.





Passata alle verdure

2 kg di pomodori maturi, 100 g di sedano,100g di carote, una cipolla

Mettete i pomodori, il sedano e la carote in una casseruola copriteli e cuocete a fuoco basso per 30 minuti. Passate le verdure nel colino e fate sgocciolare per almeno 2 ore ; poi passatela al passaverdure. Rimettete sul fuoco la casseruola con la cipolla tritata fatela rosolare in un goccio d'olio unite la salsa di verdure e fatela sobbolire per altri 10 minuti, sale e pepe. Vesatela nei vasi da conserva unite qualche foglia di prezzemolo,chiudete e sterillizzate. paccheri-ai-tre-pomodori  gnocchi-di-semola-al-sugo-di-pomodoro




Antipasti: Capesante in Salsa di Limone & Insalata di Cous Cous con Pomodori ed Erbe Aromatiche

Le capesante solitamente si servono come antipasto ma  per noi assieme ad una insalata di couscous con pomodori ed erbe aromatiche  ...