Nuvole leggere di pane



La primavera sta arrivando le giornate sono più lunghe e soleggiate, la temperatura quando esco di primo mattino sul terrazzo è fredda,  ma sono fiduciosa.  Questa è una splendida stagione e condivo con voi questo cambiamento con delle semplici nuvole che amo mangiare particolarmente sono una sorta di croccante e leggera crosta di pane , una buona giornata !


{ photo credit: exclusively for cool chic style confidential }


Sono buone come snack durante il giorno o per un aperitivo e possono sostituire benissimo il pane a tavola. Le mangio anche a colazione spalmate con la nutella quando il cioccolato incontra un grano di sale è davvero un abbinamento molto chic per il palato ☺ 





Patate, bacon e uova per un colazione  "non all'italiana "  ... per noi con questi ingredienti è più facile preparare una cena e occorre questo a persona :

Le ricette per UOVA E FRITTATE


2 uova
3 fette di bacon
1 piccola patata
una fettina di cheddar tagliuzzato
burro chiarificato
sale
pepe

Mettete in una teglia ricoperta da carta forno il bacon e fatelo cuocere a forno molto caldo 220 ° / 250 ° fino a farlo diventare croccante  ( in questo modo evitate di riempire la cucina di fumo e odore sgradevole)

In una padella antiaderente mettete del burro chiarificato , una volta sciolto versate le patate pelate e tagliate a tocchetti fatele saltare nel burro con sale pepe per 5 minuti.

In una padella antiaderente passate del burro chiarificato per ungerla prima di versare le uova leggermente sbattute  e con delicatezza cuocetele a fuoco basso portando continuamente le uova dai bordi al centro padella. Cospargete di formaggio cheddar coprite la padella per due minuti assemblate gli ingredienti in un unico piatto. Sale e pepe.





NUVOLE LEGGERE DI PANE 
«streìe» bolognesi

Ingredienti :

500 g di farina 00
250 g circa d'acqua
25 g di lievito di birra
4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
12 g di sale

olio extra vergine d'oliva
sale fino e grosso un mix  da cospargere 

olio di semi per ungere la teglia


Preparare la farina a fontana e mettere tutti gli ingredienti al centro amalgamare fino ad ottenere un impasto piuttosto sodo. lavorate bene l'impasto poi mettetelo in una ciotola e copritelo, fatelo lievitare per almeno un'ora. 

Una volta pronto prendete dei pezzi di pasta e senza lavorarla tiratela su di un piano infarinato con il mattarello, non troppo sottile per il momento, si cosparge di farina e la si piega in due per tiratela di nuovo con il mattarello.

L'ultimo passaggio è da fare con la macchina che tira la pasta infatti devono essere molto sottili, disponetele su di una teglia unta con olio di semi e ricoperta da un foglio di carta da forno, spennellatele con olio di oliva mettete il sale e tagliatele a losanghe con una rotella.  

Infornate a 210 ° per dieci minuti, fate attenzione si chiamano streghe e vanno controllate costantemente si scuriscono molto velocemente.
   




Le «streìe» bolognesi



Le streghe bolognesi sono molto buone anche se portano un nome che sembra non adatto a loro in realtà se lo meritano. Vi racconto il motivo di questo nome non certo simpatico, in passato i fornai della zona di Bologna per testare la temperatura del forno dove avrebbero cotto poi il pane, infornavano una sottile sfoglia di pasta di pane, unta di olio e cosparsa di sale grosso. La sfoglia reagiva al calore immediatamente e non di rado si bruciava da qui il merito nome di "strega". 

Le Sorelle Simili

Le più famosa e buona ricetta per prepararle è quella delle Sorelle Simili riportata in questo libro " Pane e roba dolce "  le mie non sono del tutto uguali alla loro ricetta , non è possibile usare in casa mia lo strutto non lo vogliono e lo sentono, quindi lo sostituisco con un buon olio extra vergine d'oliva e il risultato è comunque buono.





Crostatine di pasta frolla e confettura





Buongiorno e buon inizio settimana, sono stata  assente dal mio e dai vostri blogs in questi giorni e non ci sono motivi particolari che debba dirvi, ma semplicemente non mi è riuscito di mettere assieme tutte le "cose" quotidiane è come se la primavera arrivando si fosse portata dietro anche piccole faccende da fare ☺.  




Ho messo in "cantiere" tanti piccole mansioni casalinghe vorrei dare alla casa la luce i colori della nuova stagione però mi succede che faccio una cosa e ne vedo altre.
Ho anche cucinato e fotografato delle ricette, per stare oggi in vostra compagnia scrivo la ricetta delle crostatine, un abbraccio e di nuovo una felice settimana a tutti , baci 
    



CROSTATINE 


La pasta frolla per 4 crostatine :

250 gr di farina
125 g di burro tagliato a pezzettini a temperatura ambiente
un cucchiaino di zucchero
un uovo
un pizzico di sale
40 ml di acqua


Versate la farina sul piano da lavoro e mettete al centro il burro , lo zucchero, il pizzico di sale e  l'uovo. Lavorate gli ingredienti con le punte delle dita unendo solo poca farina, versate il goccio d'acqua  e delicatamente poco per volta unite la restante farina fino ad ottenere un composto morbido, fino a farlo restare unito in un panetto che metterete in frigorifero per almeno 30 minuti prima di lavorarlo. Appoggiate il panetto sulla spianatoia copritelo con carta forno e stendetelo con il mattarello.

    


per le crostatine :

250 g di pasta frolla
confettura di ciliegie o a scelta anche la nutella è adatta
zucchero a velo 


Imburrate gli stampini da tarteletta da 7-8 cm, foderateli con la pasta frolla bucherellate il fondo della pasta e riempite ogni stampino con la confettura che più vi piace anche con la nutella per delle crostatine golose.

Cuocete le crostatine in forno per 15 minuti a 180° , se volete per un aspetto da pasticceria una volta raffreddate spolverizzate di zucchero a velo.



Porto queste crostatine al contest di Mariacristina
con molto piacere




Regina della pace 25 marzo 2011





Messaggio di Medjugorje
25 Marzo 2011




"Cari figli, oggi in modo particolare desidero invitarvi alla conversione. Da oggi inizi una vita nuova nel vostro cuore. Figli, desidero vedere il vostro “si” e che la vostra vita sia il vivere con gioia la volontà di Dio in ogni momento della vostra vita. Oggi in modo particolare Io vi benedico con la mia benedizione materna di pace, d’amore e d’unione nel mio cuore e nel cuore del mio figlio Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata." 


Messaggio di Medjugorje 25 Febbraio 2011 

"Cari figli, la natura si risveglia e sugli alberi si vedono le prime gemme che porteranno un bellissimo fiore e frutto. Desidero che anche voi, figlioli, lavoriate sulla vostra conversione e che siate coloro che testimoniano con la propria vita, così che il vostro esempio sia il segno e l’esortazione alla conversione per gli altri. Io sono con voi e davanti a mio Figlio Gesù intercedo per la vostra conversione. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."


La minestra dolce dei primi del '900


La minestra dolce dei primi del '900 
preparatela ai vostri bambini è molto buona

Questa non è una ricetta ma è pura poesia per tutti noi che sappiamo coglierne il suo intrinseco significato infatti è una ricetta di semplice pasta preparata con farina acqua e sale poi condita con olio e zucchero, deliziosa dovreste farla assaggiare a vostri bambini. Le mamme del secolo scorso la preparavano ai loro figli come dolce nelle giornate difficili dove le credenze erano spesso vuote per loro e per la famiglia e anche nei periodi in cui i bimbi per vari motivi erano inappetenti proprio come oggi. 




Mi è stato chiesto se avevo una ricetta di casa ebbene questa è della mia nonna come il telo con iniziali ricamate da Lei, e anche il pizzo all'uncinetto e il piatto tutto è suo. Mia nonna Pia è stata una buona persona con tutti, il suo nome era un presagio per la sua vita, una bravissima cuoca e instancabile lavoratrice spero di assomigliarle nelle piccole cose anche con le differenze che possono creare inevitabilmente i tempi.  





Mia nonna ci invitava tutti a casa sua aveva tre figli e allora 4 nipoti oggi 5, preparava grandi pranzi con pietanze deliziose era una Grande Donna curava con attenzione tutto e quando arrivava il momento di andare a tavola per Lei non si era messa il piatto ma mangiava in disparte come le era stato insegnato dalla sua famiglia, le moglie servivano durante il pranzo le numerose persone che componevano allora le famiglie e mangiavano dopo il marito, ci sono voluti anni e tutti noi i figli, i nipoti e i generi per portarla a tavola senza che si sentisse a disagio ma comunque era felice  ..... mi scendono le lacrime ma non sono triste    sono orgogliosa di lei e di come era.  




{ credit: exclusively for cool chic style confidential }




La ricetta dell' Amore per tutti i bimbi 

pasta preparata in casa questa  è perfetta 
zucchero
olio extra vergine d'oliva

Cuocere la pasta come di consueto condire con olio extra vergine d'oliva e zucchero  buon appetito con i vostri bimbi 





questa ricetta per Barbara


e per Ambra


e per Milù


e per mamma paperas


e per Tiziana


Maccheroni al forno




Non riesco a sentire il nome pasta al forno senza pensare ...yummy ...che buona , il profumo della classica pasta al forno in cucina è tra i miei preferiti.  Se la volete cucinare una buona pasta al forno per domani domenica vi lascio la ricetta , ciao un abbraccio e un buon fine settimana 

Questa che ho cucinato è più veloce nella preparazione rispetto alla classica e buona pasta al forno, il ragù lo preparo in anticipo anche se espresso e non serve preparare la sfoglia ma basta procurarsi dei maccheroni freschi all'uovo come i miei di oggi oppure anche i classici secchi di semola di grano, per condirla ho pensato ad un mix di due ricette ho preso ingredienti dalla ricetta maccheroni e formaggi e anche dal pasticcio di maccheroni, vi assicuro è buona ! 




{ image credit: exclusively for cool chic style confidential }



Come sapete ne esistono più varianti di questa buona minestra cucinata e gratinata nel forno, ne ho alcune anch'io e come potrebbe essere altrimenti - la pasta al forno oltre alla classica preparata con la sfoglia verde di spinaci o gialla di solo uova condite con un buon ragù di carnebesciamella e tanto parmigiano ne esistono anche con solo formaggi detta in bianco o con solo verdure tutte sono comunque ricche di buoni sapori.


TIMBALLO DI MACCHERONI FRESCHI AL FORNO


per preparare una pirofila ci serve : 

500 g di maccheroni di pasta fresca all'uovo
250 g di formaggio philadelphia 
100 ml di panna fresca 
200 g di cheddar
una mozzarella 
una noce di burro salato
noce moscata
5 cucchiai parmigiano grattugiato 
e come dico sempre per una buona crosticina croccante e saporita un paio di cucchiai di pangrattato da spolverare sulla pasta prima di gratinarla in forno  

per il ragù espresso :

200 g di carne macinata di manzo
250 g di passata di pomodoro
mezzo bicchiere di vino bianco
una piccola cipolla
olio extra vergine d'oliva 
una piccola noce di burro 
sale  e pepe 

Prepariamo il ragù espresso di carne : in un tegame mettiamo a rosolare la cipolla tritata fine con dell'olio extra vergine d'oliva e la piccola noce di burro quando si è appassita aggiungere la carne fatela rosolare salate e pepate unite il vino bianco un poco alla volta sfumandolo e con la fiamma del fornello piuttosto alta. Una volta passato tutto il vino aggiungete la passata di pomodoro, lo zucchero coprite e fate cuocere a fiamma bassa per 10 minuti , spegnete il fornello ....è pronto.





TIMBALLO DI MACCHERONI FRESCHI AL FORNO


Prepariamo la pirofila di timballo di maccheroni : 

Cuocete i maccheroni freschi per un paio di minuti in abbondate acqua salata se usate quella secca di semola tenetela molto al al dente. Scolatela e conditela subito con la noce di burro e un paio di cucchiai di parmigiano. Poi versate sempre sui maccheroni il formaggio philadelphia e mescolate con cura per amalgamare il formaggio morbido alla pasta.  

Ora versate metà della pasta nella pirofila e conditela con il ragù mettendo dei piccoli cucchiai di ragù sparsi sui maccheroni ma non mescolatelo alla pasta è molto più bella una volta cotta con il chiaro del formaggio e le piccole macchie rosse di ragù.

Distribuite metà del cheddar tagliato a piccoli pezzi, metà della mozzarella sempre tagliate a pezzetti, una grattatina di noce moscata un cucchiaio di parmigiano.

Mettete il restante dei maccheroni e ripetete l' operazioni del ragù poi quella dei formaggi


Infine versate coprendo il più possibile bene ogni parte dei maccheroni la panna, distribuite il parmigiano rimasto e per ultimo sopra a tutto il pan grattato , infornate a 200° per 30 minuti .





  ti potrebbero interessare  :







il buon cibo profumato e saporito ☺




{ image credit: exclusively for cool chic style confidential }



Se vi piace il cibo indiano in generale dovete provare questa ricetta di verdure è deliziosa come contorno per una cena, una schiacciatina di pane e del formaggio morbido - lo squacquerone - tutto molto semplice  ma  buono, oppure come in questo caso a condire del cous cous .   


Abbiamo trascorso la maggior parte dl week end col pensiero al Giappone domenica mattina mentre sistemavo con dei lavoretti casa ho preparato queste verdure al curry e pensavo come scorre da noi la vita con una certa serenità anche se la televisione ci rimanda immagini di una tragedia. Non ho mai smesso di pensare ai bambini, agli anziani, alle genti che stanno affrontando questa dura esperienza. 







Ho lavorato per diversi anni con clienti giapponesi e sono stata nel loro paese diverse volte mi auguro che le persone che conosco personalmente stiano tutte bene - mio marito ieri sera ha cercato di inviare email e fax - da questo mio foodblog  vi mando a dire popolo del Giappone a nome di molte di noi vi vogliamo bene. 





Mia figlia è vegetariana di solito quando preparo queste pietanze ne considero sempre in più nella quantità per poi portarle anche a lei. Abita non distante da me in un carinissimo bilocale con lei c'è anche la yupa una cagnetta simpatica ed affettuosa...  e quando non la trovo metto tutto sul davanzale della finestra con un biglietto che si trasforma sempre in un lungo romanzo - ricco di cuoricini e margherite disegnati da me  e sparsi qua e là sul foglio - devo sempre dire 1000 cose su tutto e sulla ricetta ....., ho fatto così anche domenica pomeriggio e lunedì mi ha fatto sapere che questi ceci sono gustosissimi  




Melanzane Peperoni rossi e Ceci 
al curry


servono queste verdure per due tazze come vedete nella foto:

3 melanzane lunghe 
due peperoni rossi
1 cipolla bianca
due cucchiai di ketchup  ( o un cucchiaino conserva di pomodoro) 
2 scatole di ceci 
1 spicchio d'aglio
olio vegetale

un ciuffo di prezzemolo tritato
1/2 cucchiaino scarso di cumino
1/2 cucchiaino scarso di curcuma
1/2 cucchiaio di pasta di zenzero ( zenzero 1 cm di fresco o tritate quello sotto vetro dei super mercati )
1/2 cucchiaino di peperoncino

una tazza d'acqua calda

Lavate e tagliate a piccoli pezzi le verdure singolarmente e cominciate con il cuocere in una padella con un goccio d'olio le melanzane fatele appassire, conditele col sale. 
Mettetele da parte e fate lo stesso con i peperoni cuoceteli salateli e metteteli a parte.
Infine nella padella mettete la cipolla a rosolare ma non a scurire tenetela morbida, con lo spicchio d'aglio intero - poi lo schiacciate per mescolarlo meglio alla cipolla - , una volta pronta unite i peperoni e le melanzane e mescolate bene.
Scolate i ceci dal loro liquido passateli sotto l'acqua corrente poi versateli assieme alle verdure, mescolate e condite con le spezie -  cumino, curcuma, zenzero, e peperoncino - unite la tazza d'acqua calda con sciolto il ketchup. 
Mescolate sempre bene gli ingredienti lasciate amalgamare i sapori tra loro sulla fiamma bassa fino a far evaporare tutto il liquido almeno 10 minuti . Prima di servire aggiungete il garam masala  e il  prezzemolo tritato.    





Per il cous cous con verdure al curry

Ho cotto il cous cous rapido seguendo le istruzioni della confezione è semplice e buono poi ho condito con le mie gustose verdure al curry , prezzemolo appena tritato e anche della paprika un buon appetito con questi profumi e sapori asiatici a tutti voi, un abbraccio ☺ 






La pasta cresciuta





Mi ricordo di prepare questa ricetta quando si sente nell'aria l'imminente arrivo della primavera, nella bella stagione spesso andiamo fuori nei fine settimana per una passeggiata all'aperto con giornali libri e "attrezzatura" adatta per mettersi all'ombra di una pianta in riva ad un piccolo lago non distante da casa o nelle nostre montagne.

Le friggo le avvolgo in un sacchetto fatto da carta gialla poi  in una ciotola metto la mozzarella tagliata a pezzi giusti per un boccone ed in un barattolo ermetico il sughetto al pomodoro  con legato da un filo di spago attorno al coperchio un cucchiaino... fatto  ! 

La pasta cresciuta di Napoli è una ricetta simbolo della cucina italiana nel mondo , zeppole o pasta cresciuta sono palline di pasta preparata con farina, acqua, sale e lievito si vendevano agli angoli delle strade a Napoli fino alla metà del secolo scorso dal  'o frittaiuolo.

Oggi è possibile mangiarle nelle pizzerie personalmente ricordo di un "basso" tipico a Napoli dove ho mangiato una gustosissima pasta cresciuta ma dove non servivano nè bibite e neanche il caffè ma solo deliziosi  bocconcini di questa pasta fritta assieme a giardiniera di verdure, mozzarella, acciughe e anche affettati. Nel periodo natalizio si servono ripiene di baccalà prima fritto o con cavolfiore lesso. La ricetta è semplice quanto gustosa,  buona domenica  





PASTA CRESCIUTA 

Certo, appena fritte sono più buone ma vi assicuro che le troverete buone, comode e pratiche queste pizzette fritte all'ora di pranzo in un pic-nic su di un prato o sotto l'ombrellone al mare ! 

Ingredienti:
300 g di farina
12 g di lievito di birra fresco
acqua tiepida 
sale

mi piacciono per accompagnare  :
acciughe sott'olio sgocciolate asciugate con carta da cucina 
mozzarella fior di latte
prosciutto crudo 
giardiniera di verdure

In una ciotola versate la farina formate una fontana e sbriciolate al centro il lievito di birra versate l'acqua tiepida ( circa 3,5 dl abbondanti ) unite una presa di sale ed impastate gli ingredienti fino ad ottenere una pastella morbida ed omogenea. Copritela con un canovaccio da cucina e fate lievitare la pasta per 2 ore. 

Mescolate la pastella per sgonfiarla con due cucchiai che vi servono anche per prendere la pastella e lasciarla cadere in una padella dove avete messo l'olio abbondante per friggere. Cuocete pochi pezzi per volta finchè risultano gonfi e dorati scolateli su carta da cucina.

Per farli con le acciughe potete seguire anche questo metodo:    

Mescolate la pastella prelevatene una parte e mettetela in un'altra ciotola spargete sulla superficie dei pezzetti di acciughe e prelevate con due cucchiai poca pastella facendo in modo che dei pezzetti di acciughe rimangono avvolta dalla stessa pasta, lasciatela cadere nell' olio caldo, ecco pronti dei deliziosi bocconcini.



Goloso cioccolato



Un lungo cioccolatino aromatizzato 
su pasta frolla golosa 


Questo dolce di golosa pasta frolla nel sapore e nella consistenza assomiglia ad un cioccolatino con un ripieno di biscotti croccanti, aromatizzato alla vaniglia che si trova nella crema al cioccolato ma reso "adulto" dalle piccole pere antiche cotte con spezie e passito, è molto goloso e adatto ad un dopo cena per il caffè o meglio ancora per un liquore. A tutti voi  una buon inizio settimana ☺ baci !




Che splendida giornata di sole ieri sono uscita per andare a Messa ed ho parcheggiato distante per poter fare due passi. Queste momenti sono belli per poter osservare meglio tutte le "cose" del quotidiano. All'uscita dalla chiesa sono passata in edicola per il quotidiano e ho comprato anche un paio di riviste di ricette da poter sfogliare mentre assaggiavo il dolce con il caffè è delizioso vi passo la ricetta.


UN LUNGO CIOCCOLATINO AROMATIZZATO 
SU PASTA FROLLA 


E' semplice da fare ed ha anche l'aspetto romantico del dolce di casa. Ho messo dei semplici biscotti secchi alla base del cioccolato sulla frolla per rendere più croccante la crema ganache . 


Per la pasta frolla da coprire uno stampo come questo :

250 gr di farina
125 g di burro tagliato a pezzettini a temperatura ambiente
un cucchiaino di zucchero
un uovo
un pizzico di sale
40 ml di acqua

Mettete la farina sul piano da lavoro e mettete al centro il burro , lo zucchero, il pizzico di sale e  l'uovo e lavorate gli ingredienti con le punte delle dita unendo solo poca farina, versate anche il goccio d'acqua  e delicatamente unite la farina fino ad ottenere un composto morbido .......personalmente mi preoccupo sempre però alla fine  "resta legato".  

La mia crema ganache al cioccolato :

200 g di cioccolato fondente
50 g di burro
un cucchiaino di vaniglia liquida

Mettete in una ciotola il burro con il cioccolato e fateli sciogliere sopra ad un tegame di acqua calda (bagnomaria).


Biscotti secchi :   Preparate 10 / 12 biscotti secchi frantumati dentro una busta per il freezer 


per decorare alcune foglie ricoperte di cioccolato..non commestibili 




Rivestire lo stampo e cuocere in bianco

Stendere la pasta frolla in un rettangolo con uno spessore di 5 mm - ho voluto farla molto sottile - rivestite lo stampo leggermente imburrato , bucherellate con la punta della forchetta rivestitela con carta forno, distribuite sopra i fagioli per poterlo cuocere in bianco nel forno a 190° per 10 minuti, poi togliete i fagioli e rimettete in forno per altri 4/5 minuti perchè la frolla si asciughi e colori.

Preparare il dolce

Adagiate il guscio di pasta frolla su un piano versateci i biscotti frantumati , posizionate le pere e riempitelo con la crema al cioccolato livellandola bene. lasciate raffreddare e consiglio di gustarla a tempreratura ambiente. 





Un uovo al ragù bolognese




A volte durante la settimana sono sola a pranzo in casa e questo è il mio ingrediente preferito l' uovo. Per il semplice fatto che sono da sola non vuol dire che debba mettere la prima cosa che mi capita nel piatto che food blogger sarei altrimenti, ma piuttosto prepararmi una pietanza buona e veloce composta da un assemblaggio di altre ricette preparate in precedenza,  ☺ baci !





Oggi quindi una "falsa" ricetta gustosa che condivido molto volentieri con voi. Non è una ricetta ma un assemblaggio di altre ricette tutte e due  però elaborate come il pane ed il ragù alla bolognese. Non passo quella del pane e nemmeno quella del ragù lo farò i prossimi giorni nel blog potete trovare ai link che ho sparso nel testo quello che più vi aggrada per assemblare la vostra ricetta.

Questo viene utile anche quando arrivano all'ultimo persone care e si fermano con noi a desinare la mise in place sarà in quel caso più curata e anche il vino deve essere splendido come tutto ciò che riguarda la tavola ed il gioco è fatto. 









Le uova sono un ingrediente non molto preso in considerazione in realtà si possono preparare dei pranzetti deliziosi e delle cene chic ♥  Per il pane ai mirtilli rossi ed il ragù alla bolognese  mi riservo come vi dicevo di passare i post i prossimi giorni anche se qualcosa nel blog c'è pane e ragu e altri ancora qui.

IL MIO UOVO AL RAGU'

a persona :
una fetta di pane abbrustolita
un uovo fresco e bio
un paio di cucchiai di ragù alla bolognese

sulla tavola :
olio con aglio e rosmarino 
fette o spicchi di fette di pane abbrustolito

In una padella antiaderente mettete il ragù per farlo riscaldare e quindi rinvenire quando è bello caldo rompeteci dentro l'uovo, abbassate la fiamma e coprite con un coperchio per 2 minuti. Togliete il coperchio e controllate la chiara dell'uovo sopra al tuorlo deve essere diventata da trasparente a un bel colore opale a questo punto tolgo dal fuoco e dal tegame l'uovo - altrimenti continuerebbe la cottura - personalmente mi piace morbido come lo vedete in foto comunque controllate voi il grado di cottura che preferite. 




penso possa essere anche adatto per una cena davanti alla tv






La Piada dei Morti: Ricetta Tipica Emilia-Romagna

La piada dei morti è un dolce tipico della tradizione romagnola, ha questo nome perché le nostre nonne lo preparavano per la festa dei ...