30 gennaio 2013

Tutto ciò che serve per uno spuntino sostanzioso | Focacce vintage




Focacce vintage alle erbe aromatiche 
formaggio pecorino sardo con miele e caffè
prosciutto di campagna con un filo d'olio e pepe.


Vi piace fare uno spuntino sostanzioso
quello che spezza la fame e vi "ruba" l'appetito per la cena ?  
A me si !

Quando si è piccoli i genitori insegnano 
a non mangiare spuntini sostanziosi altrimenti 
non si mangia a tavola 

sarà per questo che quando gli orari di lavoro lo permettono 
quasi sempre il fine settimana ci piace 
mangiare ad orari ...insoliti.

Un pomeriggio d'inverno complice un certo languorino 
in food express piccole focacce dall'aspetto vintage 
alle erbe aromatiche e peperoncino



 felice giorno
Stefania





Focacce vintage alle erbe aromatiche & C.
è un piacere veloce non ci dobbiamo complicare 
la situazione e ho fatto in questo modo : 

ci serve : 
due tazze di farina integrale ( o normale)
un cucchiaino di origano 
un cucchiaino di peperoncino 
un mezzo cucchiaino di aglio essiccato 
un cucchiaino scarso di sale
1 tazza di acqua tiepida
3 cucchiai da cucina di olio d'oliva
una bustina di lievito per torte salate a lievitazione istantanea 


Versate in mezza tazza d'acqua tiepida il lievito 
e lasciatelo a parte senza mescolare, 
si forma immediatamente della schiuma in superficie.

In una pirofila mettete la farina, 
le erbe aromatiche, e il sale mescolate.

Fate un "spazio" in mezzo alla farina 
e versate l'olio d'oliva con il lievito sciolto in acqua 
cominciate ad amalgamare gli ingredienti 
aggiungendo l'altra acqua poca per volta e quanta ne serve
per un impasto morbido, non appiccicoso.

Formate delle piccole focacce anche non perfette , 
la farina è integrale e anche il loro sapore 
è rustico quindi l'aspetto grossolano le rende più chic.

Tagliate una x sopra alle focacce distribuite erbe aromatiche 
e per dargli un aspetto vintage ancora della farina

In forno a 200° per 20 / 25 minuti . 

  



Focacce ripiene 

una fetta di formaggio pecorino sardo
una fetta di prosciutto 
un filo d'olio

images e recipe by me













24 gennaio 2013

Non vi preoccupate se sono 40 spicchi d' aglio.....rosa !




Non vi preoccupate se sono 40 spicchi d' aglio...

da chiedersi perché quaranta  e non trentanove o cinquanta
sono stata ligia alla tradizione e secondo istruzioni
ne ho messi proprio 40  ... non sia mai !!

E' una ricetta conosciuta e per questo non ho avuto 
dubbi sul fatto che l'aglio non fosse assolutamente "ingombrante" 
nel suo sapore e profumo nonostante siano tanti i pezzi .

 Ne ho lette diverse di ricette, tutte buone parlo di due 
per diversi motivi in fondo al post. 

Ho cucinato quella scritta dalla Nigella 
non con il pollo intero ma preparata con le sovracosce di pollo 
e una spruzzatina di cherry possibilmente del tipo secco 


Un abbraccio grande , Stefania








FUSI DI POLLO AI 40 SPICCHI D'AGLIO 

ci serve : 

10 sovracosce di pollo 
40 spicchi d'aglio in camicia 
( il mio aglio rosa di lautrec )
olio extra vergine d'oliva
timo
mezzo bicchiere cherry secco
sale e pepe ( o un pò peperoncino )


Mettete 20 spicchi d'aglio 
in una padella con un filo d'olio
disponete i fusi di pollo con la pelle rivolta in basso 
e fatele rosolare molto bene in ogni loro parte,
questa operazione richiede almeno 15 / 20 minuti.

Versate il mezzo bicchiere di cherry secco 
e fatelo evaporare completamente 
nel fondo della padella deve esserci solo 
l'olio e il grasso dei fusi di pollo.

A questo punto mettete i restanti spicchi d'aglio 
le foglioline di timo coprite con il coperchio la padella 
e trasferite in forno a 170° per 30 minuti.

Se il coperchio non è ben ermetico 
mettete in mezzo un foglio d'alluminio. 
  



alcune mie ricette con l'aglio ..... :


images e recipe by me







Daniela di Penna & Forchetta a proposito del suo pollo consiglia un


Sigrid del cavoletto di bruxelles ci fa sapere : 

“Chicken With 40 Cloves of Garlic” 
is a traditional French bistro dish which gathered steam in the U.S. 
in the mid-1960s and early 1970s when French cooking was making its mark, 
thanks largely to Julia Child’s influential cookbooks. 
Gourmet magazine published a recipe for it in April 1967, 
and James Beard definitely added to its momentum 
with his version of the recipe in his cookbook Beard on Food (1974).



images e recipe by me






21 gennaio 2013

Minestra di pangrattato




Una delle minestre tra le mie preferite e ormai lo sapete 
non vi passo una ricetta se non è stata da me provata. E' deliziosa.

Un comfort food all'italiana, questa nasce come minestra "povera" 
per gli ingredienti facili da reperire anche per le famiglie meno ambienti.
  
 Si può "volendo" ingentilire il gusto e a volte lo faccio con del bacon croccante 
da mettere all'ultimo sul piatto o per un gusto più piccante 
del chorizo appena saltato in padella. 

 io, la mangio semplice con tutti gli ingredienti però selezionati; 

l'olio che deve essere buono extra vergine, il pane dovete prepararvelo grattugiando 
un buon pezzo di pane raffermo del tipo comune 
(unica eccezione se avete un vostro fornaio di fiducia...come me ! )
riesce buona se tutti gli ingredienti sono di qualità.


love, Stefania





un pò minestra di pangrattato...un pò peverada.....un pò pancotto
difficilissimo dare le dosi in questa minestra 



MINESTRA DI PANGRATTATO
per 4 persone 


più o meno :  

pangrattato ( 3/4 di bicchiere da acqua per persona )
un litro brodo di pollo leggero ( molto caldo)
grana grattugiato
pepe nero
foglioline di timo
un piccolo scalogno ( un pezzetto di cipolla)

Fate appassire in un goccio d'olio extra vergine d'oliva lo scalogno 
mettete il pane grattugiato mescolate e fatelo tostare pochissimo 
deve insaporirsi con lo scalogno
aggiungete fin da subito un pizzico di sale e pepe.

Cominciate a versare un pò  il brodo  e mescolate 
 con una frusta, 
continuate a versare il brodo e cuocete per circa 5 minuti,
fino ad ottenere una minestra cremosa.

Versate nella minestra un paio di cucchiai di parmigiano o grana 
del pepe nero appena macinato le foglioline di timo, 
mescolate e servite subito con in tavola altro pepe 
parmigiano e olio in modo che ognuno possa 
"correggerla" a suo gusto







images e recipe by me








18 gennaio 2013

Torta di cioccolato al mascarpone



Sono partita col cercare tra i blogs 
una torta da preparare con il mascarpone 
che avevo nel frigorifero e sono arrivata 
a questa golosa torta al cioccolato


la ricetta in alcune sue parti è questa
dove ho tolto le mele e aggiunto il cioccolato
sia dentro che fuori...... 


Un felice fine settimana
xx Stefania



TORTA AL CIOCCOLATO DI MASCARPONE

ci serve :

torta
300 g di farina
250 g di mascarpone
3 uova
160 g di zucchero
2 cucchiai di buon cioccolato in polvere
un bicchiere piccolo di panna 
1 bustina di lievito per dolci

frosting
100 g di cioccolato fondente
100 g di panna


Amalgamare il cioccolato in polvere con il bicchiere di panna.

Sbattere le uova con lo zucchero, unire il mascarpone, la farina 
e il bicchiere di panna con il cioccolato. Aggiungere il lievito. 

Versare in una tortiera e infornare per 40 min. a 180° .

Se fate la prova stecchino per le torte al cioccolato 
è bene che risulti appena umido.

Toglietela dal forno e mettetela su una griglia a raffreddare.

frosting : fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato nella panna 
versate la crema in una ciotola e montatela con la frusta elettrica 
finchè risulta densa e spumosa. 





images e recipe by me





16 gennaio 2013

Il miglior pane "semplice"



Un pane semplicemente ...buono !

Ne ho assaggiato una fetta proprio adesso
 l’ho sfornato a mezzogiorno 
è fragrante e profumato, 
croccante all'esterno, soffice e asciutto all'interno. 

La cottura in una ciotola di vetro unta di buon burro
lo profuma.

Lo mangeremo questa sera con erbette saltate in padella , 
fette di prosciutto e formaggio una cena semplice
 ..come questo pane. Ve lo consiglio !


baci&abbracci
Stefania






 Mi ha ispirata a un post fatto molto bene da Alexandra cooks 
dove descrive il pane di sua mamma contadina,  
dopo averlo letto ho deciso di prepararlo 
ed è stata come vi dicevo una gustosa e buona  sorpresa.

Come sapete non mi piace ogni volta convertire i pesi americani
e visto che si tratta di pane e non dolci 
la quantità è proporzionata con una tazza normale di casa, 
quella che uso è una mug in ogni modo cerco di darvi all'incirca la dose.






se volete provarlo ecco la ricetta 

come tutte le mie ricette è semplice da fare
ci ho messo più a scrivere l'esecuzione della stessa
 che cucinarlo perché ci sono alcune fasi da seguire.



 PANE SEMPLICE 

serve :

2 tazze ( mug ) di farina tutti gli usi ( non usate quelle del pane ) 250 g circa
1 tazza di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di zucchero
una bustina di lievito di birra (  a lievitazione prima della cottura )
burro per la ciotola di vetro 


In una ciotola capiente mettere la farina ed il sale, mescolare.

In una piccola ciotola mettete lo zucchero a sciogliere nella tazza di acqua tiepida 
 ( fate attenzione che non sia calda è importante per il lievito )
aggiungete la bustina di lievito 
mescolate delicatamente e lasciate a riposare questo composto
per 10 / 15 minuti fino ad ottenerlo spumoso e con qualche bolla d'aria in superficie.

A questo punto mescolatelo delicatamente e unitelo alla farina 
amalgamatelo con un cucchiaio di legno 
l'impasto rimane umido e molto appiccicoso  
comunque copritelo con uno strofinaccio da cucina 
e lasciatelo lievitare per i primi 30 minuti.

Ungete un contenitore di vetro con il burro 
rovesciate dentro il composto dopo la prima lievitazione 
e lasciate nuovamente lievitare per altri 30  minuti.

Infornate a 210 ° per 15 minuti poi abbassate a 190° e cuocete per 25 minuti.
( la foto sotto è della prima fare di cottura )
togliete il pane dalla ciotola  ( lo vedete il una foto sopra )
infornatelo di nuovo sulla griglia senza alcun contenitore
per altri 30 minuti a 170 °, fatto !





    images e recipe by me











10 gennaio 2013

Polpettone aromatico con origano + olio alle olive nere



Il polpettone è una ricetta seria
è casa, è un classico e  
i nostri figli potrebbero sempre dire 
la fatidica frase 
ah....il polpettone di mia mamma , unico !


Un felice giorno miei cari
e grazie a tutti i nuovi arrivati 
 Stefania



questa è la mia versione 

POLPETTONE AROMATICO CON ORIGANO 

ci serve :

300 g di polpa di vitello o manzo tritata
200 g di polpa di maiale tritata
2 cucchiai di pan grattato
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
un "grattata" abbondante di noce moscata
1 uovo 
una busta piccola di porcini secchi
1 spicchi d'aglio tritato
2 interi 
1 scalogno tritato ( o mezza cipolla ) 
un mix aromatico : timo origano peperoncino essiccati
olio d'oliva e sale 


Mettete in una ciotola i funghi secchi
 con dell'acqua tiepida per 10 minuti,
poi strizzateli e tritateli.

Tritate lo scalogno con uno spicchio d'aglio 
e fateli rosolare dolcemente in una padella
 con 4 cucchiai di olio d'oliva, unite i funghi tritati con un goccio dell'acqua 
dell'ammollo e fate cuocere il tutto per una ventina di minuti 
( aggiungete acqua se serve ). 
Fate raffreddare.

In una ciotola capiente mettete la carne 
e amalgamatela ( vitello con maiale)
poi unite il pan grattato, il parmigiano, l'uovo,
il trito aromatico, la noce moscata, il sale, 
e il composto di funghi porcini ;
Mescolate con le mani per amalgamare 
bene gli ingredienti tra loro.

Formate il polpettone e mettetelo 
in una busta per la cottura nel forno
all'interno della busta aggiungete i
due spicchi d'aglio un'altra abbondante 
spolverata di origano secco e anche un altro
pizzico di sale.

Infornate a 180° con forno già caldo 
e cuocete per 40 minuti.


Servitelo con olio alle olive nere

3 cucchiai di olive nere senza nocciolo
8 cucchiai di olio extra vergine d'oliva 
un pizzico di peperoncino
un mezzo spicchio d' aglio

frullate tutti gli ingredienti nel mixer, fatto !
se è densa aggiungete altro olio extra vergine d'oliva



Questo è mandorla il mio micio 



    images e recipe by me







7 gennaio 2013

PANINI AL LATTE IN FORMATO MIGNON + SALMONE & SALSA DI MAIONESE ALLA BIRRA





Un Sereno 2013
di tutto cuore


 Stefania









I piccoli panini li ho preparati per una sera 
dei giorni di festa come antipasto per una cena con mio marito
li abbiamo mangiati in piedi con un calice di vino mentre 
preparavamo la tavola ..e tutto il resto, un bel momento !! 



PANINI AL LATTE IN FORMATO MIGNON,
SALMONE & SALSA DI MAIONESE ALLA BIRRA


Ingredienti:
Panini al latte, 100 ml di maionese, una noce di burro soft
3 cucchiai di Birra, salmone affumicato (a fettine)
1 piccolo mazzetto di aneto, Pepe rosa

Mescolare la maionese con i cucchiai di birra e il burro . Lavare e asciugare l'aneto.
Spalmare i panini con la salsa di maionese alla birra, mettere le fettine
di salmone, completare con l'aneto e il pepe.
Vino Lugana San Benedetto 



PANINI AL LATTE IN FORMATO MIGNON

Ingredienti:
600 g di farina, 135 g di acqua, 200 g di latte, 40 g di burro, 
10 g di sale, 13 g di zucchero, 10 g di lievito di birra, 1 uovo

Squagliamo il burro in un pentolino e mescoliamolo all'acqua e al latte.
Facciamo sciogliere il lievito nel composto ottenuto e poi uniamo, su una spianatoia 
lo zucchero la farina e il sale. 

Lavoriamo fino a ottenere un impasto morbido.Lasciamo lievitare per almeno un'ora. 
Dividiamo l'impasto in piccole palline da circa 30 grammi l'una.

Mettiamole su una teglia da forno foderata di carta oleata e lasciamole lievitare 
nel forno spento, per almeno un'altra ora. 
Rompiamo l'uovo in un bicchiere e spennelliamo i panini.

Inforniamo per quindici minuti a 200 gradi.Quando i panini al latte 
saranno cotti,lasciamoli raffreddare 

Serviamoli accompagnati da quello che è più adatto alla situazione
sono buoni in versione salata ma anche da colazione con la marmellata.







images e recipe by me



Mi piacciono i piccoli panini morbidi li preparo spesso 
vi ricordate di quelli dipinti a mano oppure questi i butter rolls e
le piccole focacce in un sol boccone 

questa è di ELLE / Cucina 




Comfort Foods Fettuccine with White Truffle Oil (All'Alfredo + Casa mia)

...tanto semplici da preparare e più buone di quanto si possa immaginare.  Un abbraccio  Fettuccine Stefania (All'Alfre...