Easy Italian recipes for everyday meals.

22 marzo 2011

La minestra dolce dei primi del '900


La minestra dolce dei primi del '900 
preparatela ai vostri bambini è molto buona

Questa non è una ricetta ma è pura poesia per tutti noi che sappiamo coglierne il suo intrinseco significato infatti è una ricetta di semplice pasta preparata con farina acqua e sale poi condita con olio e zucchero, deliziosa dovreste farla assaggiare a vostri bambini. Le mamme del secolo scorso la preparavano ai loro figli come dolce nelle giornate difficili dove le credenze erano spesso vuote per loro e per la famiglia e anche nei periodi in cui i bimbi per vari motivi erano inappetenti proprio come oggi. 




Mi è stato chiesto se avevo una ricetta di casa ebbene questa è della mia nonna come il telo con iniziali ricamate da Lei, e anche il pizzo all'uncinetto e il piatto tutto è suo. Mia nonna Pia è stata una buona persona con tutti, il suo nome era un presagio per la sua vita, una bravissima cuoca e instancabile lavoratrice spero di assomigliarle nelle piccole cose anche con le differenze che possono creare inevitabilmente i tempi.  





Mia nonna ci invitava tutti a casa sua aveva tre figli e allora 4 nipoti oggi 5, preparava grandi pranzi con pietanze deliziose era una Grande Donna curava con attenzione tutto e quando arrivava il momento di andare a tavola per Lei non si era messa il piatto ma mangiava in disparte come le era stato insegnato dalla sua famiglia, le moglie servivano durante il pranzo le numerose persone che componevano allora le famiglie e mangiavano dopo il marito, ci sono voluti anni e tutti noi i figli, i nipoti e i generi per portarla a tavola senza che si sentisse a disagio ma comunque era felice  ..... mi scendono le lacrime ma non sono triste    sono orgogliosa di lei e di come era.  




{ credit: exclusively for cool chic style confidential }




La ricetta dell' Amore per tutti i bimbi 

pasta preparata in casa questa  è perfetta 
zucchero
olio extra vergine d'oliva

Cuocere la pasta come di consueto condire con olio extra vergine d'oliva e zucchero  buon appetito con i vostri bimbi 





questa ricetta per Barbara


e per Ambra


e per Milù


e per mamma paperas


e per Tiziana


SHARE:

106 commenti

  1. Io sono emotiva e le lascime scendono anche a me. Come sono cambiate le usanze e i tempi.... Mi piace il piatto, il telo e anche la ricetta. Ma le parole che hai usato per descrivere tutto toccano il cuore. Un abbraccione

    RispondiElimina
  2. Post davvero bellissimo!!

    RispondiElimina
  3. ma che bella ricetta!!! semplice e romantica :)

    RispondiElimina
  4. Molto interessante cara Stefania,
    Complimenti per questo antico piatto.
    Un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Che bel post e che bei ricordi! Anche io penso spesso a mia nonna, e mi manca sempre. Un abbraccio e buona giornata.

    RispondiElimina
  6. Molto interessante cara Stefania,
    Complimenti per questo antico piatto.
    Una foto dettagliate.

    Baci

    RispondiElimina
  7. Non avevo idea dell'esistenza di questo piatto. Molto dolce il tuo racconto ed è bello riproporre piatti che oltre ad essere buono hanno anche una storia e un significato. Brava, è un piacere leggere questi racconti...
    Un bacione

    RispondiElimina
  8. Mi ha commossa il tuo post. Avrei voluto passare più tempo con mia Nonna ma non è stato possibile, il destino ci ha separate quando ero piccola. Era una cuoca formidabile, e anche se non ho imparato a cucinare da lei mia madre dice che soprattutto quando sono in cucina somiglio tantissimo a lei. Nelle foto del mio blog ci sono i suoi asciugamani, ricamati da lei quando era fidanzata di mio nonno, le tovaglie, ricamate pure queste, e tante cose che conservo come dei tesori.
    Buona anche la ricetta, semplice e col sapore di vecchi tempi, forse tempi difficili ma felici allo stesso tempo grazie alle nonne e alle mamme che si davano da fare per farci vivere ignari dalle difficoltà quotidiane. Un bacio e buona giornata.

    RispondiElimina
  9. Che bel racconto ^_^ e poi una ricetta così antica ha il sapore della tradizione!bellissima, dovrò provarla
    Un bacione e buon martedi!

    RispondiElimina
  10. Una ricetta che sa davvero di tradizione.. e poi a parte la bontà della pasta fatta in casa... ma condita con olio e zucchero?? curioso!!! baci :-)

    RispondiElimina
  11. Strabonda d'affetto e di dolcezza questo post e mi hai fatto commuovere ricordando la mia nonna preferita. Questa ricetta è speciale per tutto l'amore che c'è dietro. Sono troppo curiosa, stasera è mia ^__^ Un bacione

    RispondiElimina
  12. Stefania che bella ricetta "mi hai dato"... Commuovono le fotografie e il ricordo raccontato di tua nonna Pia. Va bene per te se per il Pdf inserisco la ricetta della pasta che indichi con la foto che mostra la preparazione?

    Grazie infinite per la partecipazione!

    RispondiElimina
  13. stefania, che poesia questo post, ha un sapore di nostalgia e infinita dolcezza. Sei bravissima a rievocare le suggestioni di tempi antichi eppur così presenti nella nostra memoria, e questo piatto è uno splendido modo per omaggiare i nostri cari nonni, grazie!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. oh... ma che splendida questa ricetta... mi immagino la tua nonna in disparte..... questa ricetta è molto preziona! la farò provare ai miei figli! un bacione e fai bene ad essere orgogliosa! baci

    RispondiElimina
  15. Stefania questo post è bellissimo! Mi ha emozionato molto! Ti abbraccio

    RispondiElimina
  16. bella storia Stefania!!!! baci

    RispondiElimina
  17. mi sono commossa leggendo il tuo bellissimo post...io purtroppo le ho conosciute poco le mie nonne..le vedevo solo un paio di settimane all'anno quando andavamo in vacanza da loro, pero' ne serbo ancora il bellissimo ricordo ^_^
    Questo piatto mi è totalmente sconosciuto..non avrei mai pensato di abbinare la pasta allo zuccheo..ma è bello imparare sempre cose nuove..
    un bacione :)

    RispondiElimina
  18. Carissimo/a
    Sto per aggiornare l’elenco dei food blog italiani
    Mi piacerebbe sapere:
    In che anno hai aperto il blog
    Possibilmente la tua città e provincia.

    Grazie
    Puoi comunicarmelo al seguente link (se vuoi)

    http://griglia-e-pestello.blogspot.com/p/food-blog-italiani.html


    sergio.

    RispondiElimina
  19. Hai ragione, non è una ricetta. E' un mondo di gentilezza, di affetto e amore verso il prossimo. E' creatività per addolcire la giornata di bambini amati.
    Stefania molto bello e commovente il tuo post.
    Dolce e struggente. Credimi, qualche lacrimuccia è scesa anche a me.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  20. Un post che lascia senza parole...proprio bellissimi!
    e quata minestra, particolarissima e storica è davvero ricercata!
    complimenti!
    bacioni

    RispondiElimina
  21. ma che bella storia! E poi non avevo mai sentito parlare di questo modo di fare la pasta!!!

    RispondiElimina
  22. splendida questa ricetta....bravissima Ste, ti adoro!

    RispondiElimina
  23. Questo e un bel viaggio nel pasato.Devo assolutamente provare a farle per mia figlia!

    RispondiElimina
  24. complimenti, è una vera delizia! un bacione!

    RispondiElimina
  25. Ma e' meravigliosa Stefania!!! sai che non avevo mai sentito parlare di una pasta dolce? bellissimo anche il racconto della tua nonna, mi ha ricordato quando da piccola ci ritrovavamo con tutti i parenti a casa di mia nonna.

    RispondiElimina
  26. adoravo mia nonna e ti capisco. queste donne antiche, forti e salde meritano un nostro ricordo anche il un post delicato ed intenso come il tuo.
    questa ricetta "strana" non l'aveva proprio mai sentita! baci

    RispondiElimina
  27. un ricordo delicato, una donna straordinaria e un eredità preziosa che va oltre il tempo ed i giorni!!bacioni imma

    RispondiElimina
  28. What a beautiful and touching memory! Aren't the grandma's the best? Your dish sounds really interesting and delicious! I love your photos and presentation as well!

    RispondiElimina
  29. questa ricetta è molto preziona!,un ricordo delicato.
    Bacio.

    RispondiElimina
  30. Bellissimo questo post Stefy! Sei sempre molto elegante nelle tue presentazioni! Un bacione!

    RispondiElimina
  31. Pasta con lo zucchero... una cosa davvero deliziosa! anche a casa mia esisteva questo piatto! E mia nonna, romana, lo faceva anche con la ricotta (e zucchero). Semplici sapori di una volta... quando i dolci erano un lusso!!

    RispondiElimina
  32. Le mie nonne le ho frequentate poco, vivevano lontano da noi, e non ho mai avuto con loro moltissima confidenza.
    A leggere un post come questo capisco ancora meglio tutto quello che ora e' irrimediabilmente perso.

    RispondiElimina
  33. Quanta poesia! E questo piatto fa al caso mio, magnifico, provo a nutrire la mia piccola =))
    Grazie!
    baci

    RispondiElimina
  34. una grande nonna, mi ricorda la mia, sempre attenta al benessere di tutti.
    la pasta dolce non l'avevo mai vista ma è sicuramente una cosa buona e genuina! bellissimo post :-D

    RispondiElimina
  35. ...a sentir parlare della tua nonna è venuta in mente la mia...ed è ogni volta commozione...
    Che bel post e che bella ricetta!!!
    Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  36. forse uno dei tuoi migliori post, un abbraccio.

    RispondiElimina
  37. un ricordo prezioso, questa tua nonna Grande, anch'io mi sono commossa, perché il valore di certe cose a volte sfugge, ma è giusto esserne consapevoli, anche per chi da noi prenderà e porterà con Sé in futuro. Grazie

    RispondiElimina
  38. ça reste toujours une recette délicieuse de nos grands-parents mes compliments à ta grand-mère et bravo
    à bientôt

    RispondiElimina
  39. bellissimo post così come piace la nuova veste!

    RispondiElimina
  40. Che belli i ricordi di famiglia, i ricami di una volta e la commozione che i ricordi felici creano. La mia nonna, per merenda, ci preparava pane burro e sale o zucchero a seconda delle volte..

    RispondiElimina
  41. Stefanía look molto buena!! love the pictures!! gloria

    RispondiElimina
  42. le nonne e l'amore per la cucina...ecco un binomio che ritrovo scritto nella mia storia...e come vedo anche nella tua...
    complimenti per la dolcezza e la semplicità del post!

    RispondiElimina
  43. Beautiful memories are often wrapped with food.
    Mimi

    RispondiElimina
  44. A veces algunos pltos nos traen hermosos recuerdos, este no lo conocía y me ha parecido muy interesante.

    Besos,

    RispondiElimina
  45. Stefania,

    Bellísima storia e deliziosa ricetta.

    ¡¡¡Baci!!!

    RispondiElimina
  46. Maravillosa receta y unas fotos preciosas
    Un beso

    RispondiElimina
  47. Stefanía una receta con tradición no tiene precio,receta que siempre nos daban en casa,una minestra fina como la que has preparado,gracias por recordarla,abrazos y cariños .

    RispondiElimina
  48. Que bonito Stefania,una receta maravillosa y llena de recuerdos.
    Besets.

    RispondiElimina
  49. Estas recetas son verdaderas joyas, una delicia para el paladar.

    Saludos

    RispondiElimina
  50. Una mise en place meravigliosa come il dolce ricordo che la anima...ne sono lusingata...un bacio enorme!

    RispondiElimina
  51. che bello questo post complimenti

    RispondiElimina
  52. Bellissimo post, pieno di amore e piacevoli ricordi che toccano dentro! Un bacione

    RispondiElimina
  53. Che trionfo della deliziosa semplicità e dell'amore in questa ricetta! Non ho mai mangiato la pasta dolce, la farò al mio nipotino.. grazie!

    RispondiElimina
  54. Ciao Stefania quando sbircio nel tuo blog mi sembra di essere in un sogno...bellissimo post!! baci

    RispondiElimina
  55. Un orgullo tu abuelita!.. es la primera vez que veo la pasta con azúcar..me gustó mucho leerte. Aun con el traductor de google, pude entender lo que escribiste
    besitos

    RispondiElimina
  56. Que bonito recuerdo nos traen las abuelas que vida mas dedicada a los demás tenian, una receta muy entrañable.
    Saludos

    RispondiElimina
  57. ...Sarà dei primi anni del '900 ma è una ricetta ancora attualissima....un bacio stefy

    ps. Puoi passare a prenderti dei meriti???? Mi hanno suggerito che la fonte dovresti essere tu della mia creazione...fammi sapere...ti aspetto Stefy

    RispondiElimina
  58. Bellisismo post.
    Baci bella.

    RispondiElimina
  59. Qué linda receta, y qué bonito mantel ;)
    Me gusta mucho tu fotografía y recetas !! MUY italianas ;)

    RispondiElimina
  60. che soave poetico post!
    grazieee!

    RispondiElimina
  61. Hai scritto delle stupende parole... bacioni

    La pasta fatta così non l'ho mai mangiata, ha un aspetto invitante

    baci

    RispondiElimina
  62. Stefania,
    Davvero una bella ricetta, complimenti! E molto romantica. Il rapporto con i nonni è fondamentale! Ciao Silvia

    RispondiElimina
  63. Anch'io da piccola ho mangiato la pasta cn olio e zucchero,marmellate,noci,semolino e frutta xchè nelle campagne dove abitava mia nona si usava cosi nelle famiglie povere ma ricche nella cucina xchè i inventava dose semplici e gustose.Complimenti x il tuo blog e grazie x il commento fato dame.Ti abbraccio forte e ti auguro buona giornata.Alina

    RispondiElimina
  64. questa ricetta è stupenda c'è un solo problema dovrebbe partecipare solo ad un contest, però la metto fuori concorso, e spero tu possa considera di prepararmene qualcun'altra, i ola aspetto con vero piacere e spero non ti dispiaccia se la metto fuori concorso un abbraccio e un bacio

    RispondiElimina
  65. Che meraviglioso post, e anche la ricetta antica!!! bacioni :)

    RispondiElimina
  66. Le ricette della tradizione di famiglia sono sempre le più buone e questa pasta è deliziosa...servita sulla tovaglia ricamata della nonna diventa ancor più speciale!

    RispondiElimina
  67. Querida Stefania!!, que gusto verte!!, ultimamente no tenemos ocasion de cruzarnos tanto por la blogosfera..pero te aseguro que no es por que me olvide de ti!..faltan horas y manos ;)
    Adoro el bello nombre de tu abuela, y la historia que le dedicas es preciosa...me has enternecido amiga.
    La receta es preciosa, perfecta..una receta con historia
    Mil besos bonita!

    RispondiElimina
  68. Que bonito Stefanía, me ha encantado la historia, las fotos y la receta, ¿has cambiado el look del blog, verdad?, me encanta!
    Besos,
    Nasy

    RispondiElimina
  69. Bellissimo ricorda della nonna Stefania, grazie per averlo condiviso!

    RispondiElimina
  70. Le ricette legate ai ricordi della nostra infanzia, per quanto semplici possano essere, sono sempre le più buone! Complimenti per il post e per la ricetta!
    Baci

    RispondiElimina
  71. Que bonita receta y que preciosa historia!
    Mil besos guapa

    RispondiElimina
  72. Commovente il racconto.Rivedevo la mia di nonna, anche lei ha fatto molto faticaa venire a tavola con noi. Parliamo però di altri tempi!!!

    RispondiElimina
  73. Ciao Stefania, che ricetta meravigliosamente buona che hai postato. Io adoro i racconti sul cibo e le tradizioni in cucina. Complimenti davvero

    RispondiElimina
  74. Grazie a tutti mi fa molto piacere che abbiate condiviso con me questa ricetta ricordo :9 un abbraccio e alcune dovute con piacere risposte

    Barbara certo il pdf è tuo scegli quella che preferisci

    giovanna anche da noi a volte si mette la ricotta :)

    stefy grazie della premura per la ricetta del pane

    Ambra grazie a te :) davvero

    Mamma papera non partecipo per vincere ad un contest ..ho sempre pensato fosse una cortesia partecipare sono felice che tu abbia accettato nel tuo contest la mia ricetta

    vi voglio bene ciao

    RispondiElimina
  75. A tutti i nuovi ...benarrivati ♥ passo oggi o domani da voi nei vostri blog ciao

    RispondiElimina
  76. Ecco, la cucina emozionale e piena di storie. Questa sì che mi commuove!

    RispondiElimina
  77. mi ai fatto venir voglia di fare la minestrina ce mi faceva la nonna..quasi quasi stasera ceno con quella!

    RispondiElimina
  78. Una bella pagina di vita,un piatto delizioso con il sapore dolcissimo dei ricordi.....

    RispondiElimina
  79. Muito interessante o seu post!

    Nunca teria imaginado uma massa com azeite e açúcar, que rico!

    E a história toda é muito linda, assim como as fotografias que são sempre perfeitas!

    Cumplimenti!

    RispondiElimina
  80. Le lacrime sono scese anche a me.
    Che bei ricordi, e che bella persona..........anche mia mamma si chiama Pia ed anche lei è sempre buona con tutti sarà il nome?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  81. Grazie Stefania di aver partecipato al mio contest con queseto bellissimo racconto e un'originalissima ricetta!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  82. Che dolce dignità tua nonna!!Dolcissimo post e ricetta!! :D
    Bacio Stefania!

    RispondiElimina
  83. mamma mia mi piacciono...e la storia e' semplicemente splendida!!!!

    RispondiElimina
  84. Un racconto toccante e dolcissimo....ti abbraccio Stefania, un bacio Monica.

    RispondiElimina
  85. Dolcissimo in tutti i sensi questo post, Stefy: la tua nonna, i tuoi ricordi, questa pasta. Bellissimo post.

    RispondiElimina
  86. dolcissimo post..mi hai fatto
    commuovere..
    ciao
    Enza

    RispondiElimina
  87. Ma che splendido post..ci ritrovo solo Amore..per le cose semplici, per il tempo speso nel ricamare, per la famiglia.. per il saper attendere e pazientare tempi migliori, o l'ultimo punto di uncinetto per completare una tovaglia.. in questo post il tempo si è allungato..complimenti ancora..

    RispondiElimina
  88. Un fascino meraviglioso il modo in cui hai presentato e ci hai parlato di questa ricetta! Vintageissima... per i primo del 900!

    Mi piacerebbe molto partecipassi al mio contest se il risultato è questa meravigia ^__^

    Baci,

    RispondiElimina
  89. Da me c’è un premio per te, se ti fa piacere passa a ritiralo ! Un bacione

    RispondiElimina
  90. Qué maravilla de fotos y de receta :D

    Besos.

    RispondiElimina
  91. Cio Stefy ma che bello questo post! Sai che non avrei mai pensato di mettere lo zucchero sulla pasta? S'impara davvero ogni giorno!
    Donatella

    RispondiElimina
  92. Stefania sono d'accordo con ogni singola parola, è un mood, uno stato d'animo e raccontano storie profonde senza parole
    Deliziosa!
    Barbara

    RispondiElimina
  93. con tuoi ricordi ci hai regalato un bel racconto di vita d'altri tempi.......la pasta con lo zucchero è davvero curiosa e le sue origini mostra tutto l'amore delle mamme di qualsiasi tempo, ciauzzzzzzzzz

    RispondiElimina
  94. Molto bella la ricetta e eccezionale il ritratto che hai fatto della tua nonna Pia. Un abbraccio a te, a lei

    RispondiElimina
  95. Stefania

    I ricordi belli della vostra nonna.
    Complimenti bellissimo post.

    Bacio
    Maria Jose
    Portogallo

    RispondiElimina
  96. il tuo post mi ha incantata tanto quanto la ricetta ^_^ bellissimo tutto complimenti! e poi... noto anche una nuova header ^_^ davvero carina ^_^

    RispondiElimina
  97. una gran bella ricetta, non la consocevo è motlo preziosa grazie per averla condivisa con tutti noi

    RispondiElimina
  98. Great recipe, wonderful story. Thanks for sharing it with us. Have a wonderful week.

    RispondiElimina
  99. Sembra tutto molto semplice e invitante... dalle foto sembra di percepire un'aria di poesia.
    Ti ho aggiunta al nostro blogroll.
    Un abbraccio
    Roberto
    www.designwithlove.net

    RispondiElimina
  100. Grazie Stefania, lieta che tu stia partecipando al mio contest... con questa meraviglia!

    Se possiedi vecchi ricettari e vuoi partecipare ancora con un piatto fotografato insieme al vecchio ricettario ne sarei molto lieta.

    Intanto ti inserisco in lista ^_^

    Baci e buona giornata,

    RispondiElimina
  101. It’s really a nice and helpful piece of information. I’m glad that you shared this helpful info with us. Please keep us informed like this. Thanks for sharing.

    cheap clomid

    RispondiElimina
  102. keep posting like this it’s really very good idea, you are awesome!

    paxil

    RispondiElimina
  103. ciao stefania volevo dirti che ho tolto la regola e quindi anche il tuo piatto è in gara grazie mille e imbocca al lupo

    RispondiElimina
  104. Buongiorno Stefania!
    La raccolta delle ricette del concorso "Mi dai la ricetta?" se vuoi puoi scaricarla qui:
    http://spelucchino.blogspot.com/2011/06/raccolta-del-condorso-mi-dai-la-ricetta.html

    RispondiElimina

Thanks for stopping by and your lovely comments ♥
Stefania

Blogger Template Created by pipdig