A Italian Kitchen by Stefania: Recipes for any occasion from my home kitchen {Cool Chic Style Fashion}, Italy

1 marzo 2011

Piccole pere antiche



Il gusto del sottovetro


Le pere volpine sono un antico frutto "ripristinato" non ho molta nostalgia di qualcosa che per qualche motivo è andato in disuso anche se si tratta di un frutto bello a vedersi come le piccole pere volpine ma è amore per le diverse varietà del creato che mi porta a preparare assieme alla natura conserve sottovetro. Trovo bellissime tutte le varietà di frutta e verdura e attirano la mia attenzione quando le propongono nei banchi di vendita ostinati e romantici contadini. Oggi mi sento così come dice la Nigella in una puntata delle sue trasmissioni dove ogni volta rido di gusto per la simpatia con cui lo dice .......potete abbattermi se volete ☺ baci !






Un motivo c'è sempre e a mio avviso se un frutto esce dalle proposte dei banchi del mercato    - non vorrei aprire ora un argomento che mi sta a cuore, quello delle peculiarità delle persone applicate al lavoro - ed è quello per queste piccole pere che mangiate dall'albero come per la maggior parte dei frutti non è possibile bisogna prima "custodirle" per il nostro palato .  

Molte volte per conservare la frutta basta lo zucchero e non serve aggiungere spezie mentre è meglio in questo caso profumarle con pochi chiodi di garofano e cannella oltre al buon sapore che gli rimane dalla cottura nel vino passito così si completa questo piccolo capolavoro della conservazione che, interrompe lo scorrere delle stagioni preservando per più tempo la frutta. 







Il sottovetro è un bellissimo modo per conservare queste piccole pere 
da servire con arrosti o formaggi e non solo .... 




1 kg di pere volpine
mezzo litro di passito carpediem della spalletti colonna di paliano
250 g di zucchero semolato
2 stecche di cannella
4 chiodi di garofano

Lavate le pere volpine e con un grosso ago ( quelli da maglia ) passato sulla fiamma  forate in 4/5 punti le perine. Portate a ebollizione il una padella il vino passito con le spezie e lo zucchero lasciate bollire due minuti per sciogliere lo zucchero e aggiungete le pere. 
Continuate la cottura per 20 minuti circa devono risultare "tenere" ma anche intere. Muovete la casseruola di tanto in tanto durante la cottura in modo che tutti i frutti siano avvolti dal vino. 
Sgocciolate con un mestolo le pere e mettetele in un vaso sterilizzato e asciutto a parte filtrate il vino e poi usatelo per ricoprire le pere in vaso. Chiudete il vaso e matenetele in un luogo molto fresco .






Questa frutta è in pentola e la porto da
 farina lievito e fantasia 







la ricetta delle piccole pere per il contest di 


e partecipo anche al contest di Claudia al suo blog verde cardamomo



SHARE:

72 commenti

  1. Ma queste pere cosi piccine sono un'amore!!! Con l'aggiunta del passito devono essere irresistibili!! baci!

    RispondiElimina
  2. Sai che non conoscevo questo tipo di pere?
    Ottimo modo di conservarne la dolcezza e il profumo!
    Buona giornata, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. delizia delle delizie!
    ma guarda oggi che proposta allettante!!!!!

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo affatto queste pere e fanno una tenerezza così piccine picciò ^__^ Bacioni

    RispondiElimina
  5. ma sono davvero piccine!!!
    Non le conoscevo.....vale sempre il detto:....ecco perchè la vecchina non voleva morì....^________^
    bellissimo post Stefania e grazie per le belle parole
    bacissimi

    RispondiElimina
  6. ciao stefania :)
    sono semplicemente deliziose!

    RispondiElimina
  7. Magnificas las peras de esta forma.

    Saludos

    RispondiElimina
  8. Stefania, queste foto fanno proprio venire voglia di gustare questi frutti meravigliosi!!! Così conservati saranno sicuramente ancora più preziosi!!
    Baci,
    Franci

    RispondiElimina
  9. Ma che belle queste mini pere!!! troppo carine..!!!! buona giornata :-)

    RispondiElimina
  10. Ciao Stefania, mi presento sono Acky e da poco 'blogger', mi piace il tuo blog e spero di incontrarti di nuovo presto, se vuoi venirmi a trovare il mio link è www.ackyart.com
    questa ricetta econ le 'perine' è deliziosa. Siamo abituati ad accompagnarle (almeno io) al vino rosso ma il passito è una variante interessante. Peraltro così il colore resta invariato ed esteticamente è più carino!

    RispondiElimina
  11. Noi le mangiamo sempre accompagnate alle castagne. Le facciamo bollire insieme alle costagne con una foglia di alloro..sono spettacolari.

    RispondiElimina
  12. io le conosco bene, ma non le ho mai assaggiate alla tua maniera ! un bacione

    RispondiElimina
  13. ma sai che queste proprio non le conoscevo... il mio papà si dedica alla campagna da quando è nato e devo chiedergli se le conosce... comunque somigliano molto ad una varietà che da noi chiamiamo petrucine...Ma non so altro!! bravissimo il sottovetro, un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Que buenas así las peras!!
    Un besiño.

    RispondiElimina
  15. io le conosco, abito in Romagna! buonissime al sangiovese ma con il passito devono essere squisite!
    p.s. le tue foto sono sempre un incanto!

    RispondiElimina
  16. Kristel baci anche ate ciao

    Simo una buona giornata :)

    luby ahhha un abbraccio

    Federica si sono piccoline piccoline bacioni

    Anna ahhahahhhahha...bacioni

    Babs grazie un bacio

    jose un saluto :)

    Francesca merci un bacio ciao

    Claudia buona giornata a te ciao

    Acky con molto piacere passo a trovarti e vedo che sei attenta infatti questo colore del vino preserva il loro...baci baci

    Elenuccia le provo subito come dici ..ciao

    Ale bacioni

    raffy nel banco dove le ho comprate il contadino vendeva anche la pianta ..se avessi avuto del terreno..ecco il mio nuovo lavoro :) bacioni

    kanela un bacio a te

    Francesca anch'io sono romagnola :) sono più liquorose con vino assomigliano al brulè queste più "forti" di sapore e grazie per i complimenti alle foto


    bacioni e buona giornata a tutti oggi ho un pò di tempo e mi piace rispondervi ad uno ad uno
    un abbraccio

    RispondiElimina
  17. stefania... entrare nella tua cucina è sempre una poesia...

    RispondiElimina
  18. Una delicia!! Me encantanron las fotos, estan preciosas :)

    Un abrazo

    RispondiElimina
  19. ne avevo sentito parlare di queste pere ed eccole qua sono bellissime....voglio anche io un barattolino di queste per. brava

    RispondiElimina
  20. Cara Stefania, posso immaginare quanto siano delicate queste pere col Passito. Specialmente questa qualità ormai introvabile.... davvero invitante la ricetta!

    RispondiElimina
  21. Mmmm mi piaccono moltisime le pere cosí. Buona giornata e ciao dalla spagna.

    RispondiElimina
  22. Sono d'accordo con quanto scrivi. Non bisognerebbe mai consentire a frutta e verdure di scomparire, e come te, apprezzo e stimo il lavoro di appassionati contadini e operatori del settore, che tenacemente cercano di non far sparire, o di riprendere la coltivazione di vecchie specie.
    Non conoscevo le pere volpine, sono molto belle, e mi piace la tua preparazione sottovetro.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  23. che delizia.... sono così belle e piccole, io qui non le ho mai viste.. neanche nelle campagne...

    RispondiElimina
  24. No conocía esta variedad de peras, le perfectamente a la preparación que ha selaborado por la forma que tienen. Quedan de maravilla en el tarro.

    Besitos,

    RispondiElimina
  25. stupende, le mangerei da sole, peccato che siano praticamente introvabili, io non le conoscevo nemmeno!

    RispondiElimina
  26. Quando passo di qui lo so già che troverò delizie, ma questa è propio una chicca!!!
    troppo belle queste pere, cosi tonde, e cosi....buone!!!Una coccola!:)

    RispondiElimina
  27. un bellissimo post,non conoscevo affatto questa bella varieta'di pere :)

    RispondiElimina
  28. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  29. Ciao, il mio blog è dedicato alla pera volpina...io la trovo squisita e finalmente si trova anche al mercato!

    RispondiElimina
  30. le voglio assolutamente!
    una preparazione speziata al punto giusto che incontra a pieno il mio gusto! bravissima :)
    ma ora me le vado a cercare :)

    RispondiElimina
  31. La natura ci a sempre sorpreso e continuerà sempre con i suoi svariati frutti.
    Buona serata cara Stefania.
    Tomaso

    RispondiElimina
  32. Stefania,me ha encantado tu receta,y es una buena opción para acompañar cualquier tipo de carne o postre,
    las fotos son maravillosas.
    Mil besitos cielo.

    RispondiElimina
  33. Ciao Stefania, da oggi ti seguo anche io. Complimenti per il tuo blog, è bellissimo. Ho dato una piccola sbirciatina solo alle prime ricette e sono rimasta sbalordita per l'originalità, la bellezza delle foto e di ciò che scrivi. Bravissima. Ci risentiamo presto allora ;-)
    Rosalba

    RispondiElimina
  34. Avevo sentito parlare delle pere volpine, ma non le ho mai trovate in commercio. Il modo in cui le hai preparate mi ispira molto, anzi moltissimo! Non avranno lo stesso sapore, ma potrei provare con un'altra qualità, che ne pensi? :-)

    RispondiElimina
  35. Ciao, Stefania. Non avevo mai visto una foto delle pere volpine, pur avendone sentito parlare diffusamente. Sono davvero piccine!
    Da queste parti non le ho mai viste(devo solo ringraziare il mio ortolano- gioielliere per rendermi spesso disponibili le ottime pere martine)e dubito arriveranno mai. Sono particolari di una zona geografica? Sai l'origine del nome? Immagino non siano il massimo mangiate nature.
    ti ringrazio
    eugenia

    RispondiElimina
  36. Ma che bella ricettina!!!! ^_^ non conoscevo queste pere!!!

    RispondiElimina
  37. No conocia este tipo de pera, muy buena receta.
    Un beso

    RispondiElimina
  38. elle ne peut être que succulente, un vrai bonheur
    bonne soirée

    RispondiElimina
  39. Me encantan las peras ,pero ésta se ve muy original y carnosa ,linda receta ,abrazos.

    RispondiElimina
  40. Que monada de peras,tan chiquititas y redonditas...no las conocia,son el tamaño perfecto para hacerlas en almibar.
    Besets.

    RispondiElimina
  41. Splendida come sempre Stefania, amo le tue ricette!!
    Abracci!

    RispondiElimina
  42. belle le pere ma vogliamo parlare di quella bottiglia di albana di romagna sullo sfondo?? mi sto trattenendo dall'andare a stappare la mia, mi hai fatto venire una voglia....
    sei sempre la solita! ;D
    bacione!

    RispondiElimina
  43. io sono estasiata da questi piccoli tesori!

    RispondiElimina
  44. Se ven deliciosas. Estas peras deben ser un bocado exquisito.

    Un abrazo

    RispondiElimina
  45. Sai che non le ho mai mangiate!
    Saranno deliziose!!

    RispondiElimina
  46. non conoscevo queste pere....sebmbrano davvero di altri tempi! bacioni

    RispondiElimina
  47. Che belle stefania, mi piace molto la frutta con il formaggio o la carne. Una delizaìia queste piccole pere. veramente preziose. Un bacio

    RispondiElimina
  48. ciao Stefy, ti dico solo che non ho parole davanti a questa creazione di madre natura!! Mai viste queste pere e che idea il vasetto... :) sempre bravissima tu eh? :))

    RispondiElimina
  49. I love pears Stefanía and this look really nice! bacio! gloria

    RispondiElimina
  50. Oh they looks so cute! I love how you prepare them! Beautiful photos!!!

    RispondiElimina
  51. Stefania,
    Primera vez que escucho de esta forma de preservar las peras, suena delicioso.

    RispondiElimina
  52. Buongiorno una vera sorpresa stamane è tutto imbiancato dalla neve :)

    Fabiana grazie

    Mari un bacio

    Claudia perchè no ..

    Tina grazie un abbraccio

    odile ciao e buona giornatata anche a te

    Giovanna grazie e baci anche a te

    Suny baci :)

    Fabiola è vero....

    Cinzia Anche qui nonostante sia della zona non è facile trovarle

    Olivia grazie 1000

    Mirtilla ciao una buona giornata

    Patrizia passo da te :)

    Gio ahhhha ok fammi sapere

    Tomaso una buona giornata :)

    Ague accetto di cuore i 1000 baci

    Rosalba molto volentieri e grazie

    Ale direi proprio di ..sì un abbraccio

    Eugenia sono piccole piccole ma non indifese piuttosto "dure" ;) si sono di questa zona la romagna ...no al naturale sono dure e con un sapore acerbo tendente al legno sono solo da mangiare dopo averle trattate, ho messo alcuni link per partire alla conoscenza di questi frutti dimenticati ciao un abbraccio

    Vanessa bacioni

    Gloria un bacio

    Firmère buona giornata mia cara

    Ale merci!!!

    Rosita un abbraccio

    mesilda baci grandi e un abbraccio

    kako e anch'io le tue :) baci ciao

    il passito d'albana ha un colore meraviglioso :)

    Lo sono molto belle :)

    Perol un abbraccio a te

    Pasqualina si dopo cotte sono molto buone..un boccone e via ;)

    Puffin romantiche vero ?

    viola un bacio grazie

    Roberta grazie 1000

    Gloria bacio

    Sandra grazie mia cara

    Pilar grazie un bacio

    Gattina grazie ciao

    un bacio e un abbraccio ♥

    RispondiElimina
  53. assolutamente non conoscevo questa varietà!un'altra lacuna da colmare!ottime in questo modo

    RispondiElimina
  54. Davvero raffinato il tuo blog.. mi sono iscritta come tua sostenitrice, complimenti!
    A presto! :-)

    RispondiElimina
  55. Belle le pere e affascinante il vasetto!

    RispondiElimina
  56. una ricetta meravigliosa e profumata...adoro i tuoi post pieni di sapori colori e meravigliose creazioni!!baci imma

    RispondiElimina
  57. Le pere volpine mi mancavano... bravissima! Apprezzo molto l'accento messo su queste produzioni ormai di nicchia.
    E poi guarda che forma simpatica! :)

    RispondiElimina
  58. un post davvero incantevole, quelle pere sono un aspettacolo ^_^ grazie per partecipare al mio contest volo ad aggiungere la tua ricetta :)

    RispondiElimina
  59. E' una vita che ammiro le tue foto e le tue ricette!!! Sei sempre bravissima e raffinata nelle tue presentazioni! grazie

    RispondiElimina
  60. Queste piccole pere sono deliziose ed è bella l'idea del vasetto! Baci!

    RispondiElimina
  61. Estupenda receta y ricas peras.

    Besos.

    RispondiElimina
  62. Non conoscevo le pere volpine, d'altra parte ci sono moltissime varietà di frutta che non vengono più coltivate o che sono ormai diventate rare perché "poco produttive" o poco gradite al palato dei consumatori. Ma tu sei romagnola? Qualche anno fa sono stata a Pennabilli, dove c'è il frutteto dei frutti dimenticati; bellissimo...
    Un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  63. Sono incantata dalle tue foto e da queste bellissime pere ! un saluto , chiara

    RispondiElimina
  64. Che stupenda preparazione! Complimenti, sei bravissima, un abbraccio

    RispondiElimina
  65. Ma sono bellissime queste perine, non le conoscevo, grazie Stefania, bacioni!!!!

    RispondiElimina
  66. Lucy un abbraccio

    Luana grazie passo da anch'io da te

    Tania grazie :)

    Imma accetto volentieri il tuo complimento ciao

    è vero sono piccole poco più di una noce :) ciao

    Angela grazie a te ciao

    caris baci anche a te

    Silvia :) grazie

    fausta infatti come dicevo queste vanno trattate prima di poterle mangiare e forse è questo che sono meno ..usate ciao

    Chiara un asaluto e grazie

    lady grazie :)

    speedy a te un bacio

    RispondiElimina
  67. grazie della gentile risposta. a presto
    eugenia

    RispondiElimina
  68. Ma non le conoscevo queste perine...sono deliziose e poi tu trasformi qualsiasi cosa in poesia pura!!!Un baciotto tesoro!

    RispondiElimina
  69. Grazie Stefania per la tua partecipazione! Le pere volpine sono perfette. Un bacione ebuona giornat

    RispondiElimina

Thanks for stopping by and your lovely comments ♥
Stefania

Blogger Template Created by pipdig