4 febbraio 2010

STINCO DI VITELLO ALL'AMARONE



Un cosidetto piatto forte, anche nella mia cucina. Non sono moltissimi e nemmeno tanto spesso, ho un ricordo diverso per quanto riguarda la mia infanzia, mia nonna, una bravissima cuoca, sia mia mamma li facevano spesso, umido, brasato, tutti i tagli di carne considerati ognuno per un tipo di cottura, che li esaltassse. Comunque anche il mio stinco ha fatto la sua figura, come si dice, era impiattato meglio e, la tavola sistemata con il colore bianco dalla tovaglia ai piatti, qualche tocco di rosso dato dal vino e un centro tavola di melograne di cui alcune aperte. Una citazione di Gualtiero Marchesi: - lo scopo della cottura in umido è di provocare uno scambio aromatico tra il liquido in cui viene cucinato l'alimento e l'alimento stesso -.



STINCO DI VITELLO ALL'AMARONE

ingredienti:

uno stinco di vitello di circa 1,5 kg
5 chiodi di garofano
burro
un rametto di rosmarino
qualche foglia di alloro
5 bacche di ginepro
3 bicchieri di amarone
brodo
fecola di patate
sale & pepe

Tagliate lo stinco in profondità, ( 4/5 tagli ) inserite le bacche di ginepro leggermente schiacciate. In una piccola ciotola lavorate il burro 25 g, con il sale e abbondante pepe, spalmatelo sullo stinco, e nelle incisioni. Sistematelo in una pirofila alta da forno, con il rosmarino e l'alloro, cuocetelo per 30 minuti a 180°, bagnate a questo punto con 1 bicchiere e mezzo di vino ed un bicchiere di brodo, coprite con carta d'alluminio e proseguite per un'altra ora, la cottura. Giratelo un paio di volte. Quindi bagnatelo con il restante vino e continuate la cottura per un'altra ora ancora. Togliete lo stinco e mettetelo a parte scolato dal suo fondo di cottura ed avvolto in carta d'alluminio. Filtrate il fondo di cottura, mettetelo in un pentolino unite la fecola di patate un cucchiaino, una noce di burro e i chiodi di garofano, fate addensare a fuoco dolce. Servite lo stinco con il sughetto a parte.




5 commenti:

Max ha detto...

Le tue preparazioni sono sempre una vera sciccheria, adoro questi piatti non rinuncerei proprio,figuriamoci a uno stinco con l'amarone!!! e che cottura... ciao Max

Federica ha detto...

complimenti!! questa preparazione è davvero straordinaria!!

Gulmohar ha detto...

Luscious....and yummmm

Fabiano Guatteri ha detto...

una lunga cottura...
complimenti

♥ stefy for cool chic style ....♥ ha detto...

Per quanto riguarda la scelta degli ingredienti principali stinco / amarone è un vecchia ricetta anni 70 , come il sughetto con la vodka, o i gamberi con la salsa rosa, tutto da riprendere..vero ?

@ Max ..grazie

@ Federica non sono solita a farli ma mi è piaciuto cucinarlo chissà..mi butto negli arrosti !!

@ Gulmohar meravigliosa è la tua Garam Masala ...Garam Masala is your wonderful advice everyone to see also to enrich our recipes.


@ Fabiano grazie.., mi sono detta quando ho visto il tuo blog, che, se mi troverò sola a decidere per il vino passo da te....

see you soon, stefania

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...