Confettura di melone & anice stellato

 


Sono passata molto volentieri dai vostri blog stamane, avete preparato delle belle sfiziosità tipiche di questa stagione, ho preso anche appunti per alcune che non conoscevo e spero di replicarle al più presto.
Ho letto che molte " chiudono per ferie " il foodblog , vi auguro sereni e  felici giorni ; per quanto mi riguarda non ho nessun pensiero di come passare questi giorni di agosto, anche se.... volendo il mare è qui, ieri sera ad esempio mi trovavo a milano marittima prima al ristorante casa delle aie  dove abbiamo mangiato "romagnolo" cappelletti belli grandi al ragù di carne, salsiccia ai ferri, Squacquerone, pinzimonio, patate al forno e ...giusto per finire "leggeri" zuppa inglese - una porzione due cucchiaini - ( escluso i cappelletti il resto tutto per una persona, vi assicuro per le loro porzioni si fatica arrivare alla fine )  .....et voilà, ci siamo alzati..rotolando !!!!  Per smaltire due passi per le vetrine, da julian volendo/potendo avrei acquistato tutti gli outfit della prima vetrina, una meraviglia .


 

Ho visto questa confettura su di un blog francese per l'esattezza di una signora della provenza, purtroppo non ho più niente o per meglio dire in mezzo a tutti gli appunti non lo trovo. Comunque guardando sulla rete ci sono molte versioni di questa confettura e dunque non avrà alcuna "proprietà" riservata ..... mi spiace solo non citarla perchè oltre tutto è un bel blog ed ho perso l' indirizzo.

E' buonissima per ora l'ho solo assagiata ma penso di utilizzarla con il salato,
un piatto di formaggi e salumi.
Ho apportato una modifica  rispetto a quelle trovate sui foodblog, l'aggiunta del liquore all' anice.




CONFETTURA DI MELONE E ANICE STELLATO

cosa serve per 3 vasetti  :

- il rapporto del peso melone e zucchero è di 1 kg di melone / 800 gr di zucchero  usate quello apposito per le confetture questa marmellata altrimenti risulta troppo liquida senza pectina  -


2 meloni grandi belli e maturi
zucchero 
anice stellato
una tazzina da caffè di liquore all' anice 

Tagliate la polpa a pezzetti e mettetele in una ciotola con lo zucchero semolato e l' anice stellato, coprite e lasciate marinare per una notte. Il mattino seguente scolate i pezzi di polpa di melone dal liquido. Mettete il liquido / sciroppo lentamente ad ebollizione, fate cuocere 5 minuti. Aggiungete la polpa dei meloni e la tazzina di liquore all'anice fate cuocere 1 ora, mescolando spesso. A cottura ultimata , non si presenta  è densa come la solita confettura di solidifica un pò comunque nello raffredarsi.
Riempite i vasetti, coprite con i coperchi e girarte i vasi su un canovaccio piegato in quattro , lasciate raffreddare.

Millefoglie salata di spaghetti con caprese

 

Una millefoglie salata, preparata con spaghetti cotti in padella " croccanti ", un piatto unico estivo. Se pensate di prepararlo in anticipo non sovrapponete le cialde di spaghetti ma lasciatele stese su carta da cucina in modo che rimangano fraganti. La classica caprese italiana  per il suo gusto fresco e per la velocità con cui si prepara è un ottima pietanza estiva, questa variante però è un pò più bella, vero ?  

La nostra cara mozzarella che fine ha fatto ?

Le materie prime lo diciamo spesso, fanno la differenza in questi piatti  della nostra estate e per quanto mi riguarda mi preoccupa molto la noncuranza o la leggerezza con la quale passano notizie a dir poco allarmanti sui prodotti.

Ho avuto una piccola azienda che produceva un prodotto di eccellenza per l'abbigliamento maschile, e quindi riconosco per prima che, non tutti i produttori sono uguali. Il nostro problema però è la mancanza d'informazione dovuta e la non serietà dei grandi gruppi di distribuzione che non tutelano i loro consumatori, molto volte i loro stessi soci.   

Non dobbiamo a mio avviso pretendere la serietà solo da produttori di eccellenza di prodotto, ma da tutti . E per chi acquista nei discount la certezza di prodotto deve essere garantita, sempre ! Mi sono presa la libertà di queste due righe perchè penso che il consumatore possa dettare alcune regole con la scelta dell'acquisto, qualche giorno senza cliente ad alcune catene di alimentari non può che far bene, per ripensare alle loro malsane strategie. 


 

MILLEFOGLIE SALATA DI SPAGHETTI CON MOZZARELLA E POMODORINI PICCADILLY

cosa serve per due porzioni:

150 g di spaghetti
un cucchiaio di parmigiano grattugiato
1 uovo
una mozzarella di bufala
pomodorini piccadilly
basilico
olio extravergine d'oliva
sale e pepe

Cuocere gli spaghetti al dente e passarli sotto l'acqua fresca. Tagliate a fette  la mozzarella e mettetela in un colino, preparate i pomodorini e conditeli con olio sale e pepe. In una ciotola sbattete l'uovo con un pizzico di sale, aggiungete il parmigiano e versate gli spaghetti, mescolate e divideteli  in 6 parti . In una padellina antiaderente versate un filo d'olio e versate un "mucchietto" di spaghetti, date una forma di frittatina e dorate da entrambi i lati. Una volta cotte le cialde di spaghetti , montate il piatto con mozzarella e pomodorini e basilico.

Regina della Pace : Messaggio di Medjugorje 25 luglio 2010


Messaggio di Medjugorje



25 Luglio 2010



"Cari figli, vi invito di nuovo a seguirmi con gioia. Desidero guidarvi tutti a mio Figlio e vostro Salvatore. Non siete coscienti che senza di Lui non avete gioia e pace e neanche futuro e vita eterna.
Perciò figlioli, approfittate di questo tempo di preghiera gioiosa e abbandono. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

Conserve : Pomodorini caramellati sott'olio per un mangiare italiano

 

Delicious delicious delicious

i miei pomodorini caramellati sotto vetro


Una prelibatezza questi pomodorini caramellati messi sottovetro, con alcune procedure da rispettaresi diventano un ghiotto contorno. Come vi dicevo nel post della pappa al pomodoro la-temperatura-del-sole è fondamentale per gustarseli al meglio.

Una caratteristica di sapore e consistenza di questi pomodorini è data dalla loro permanenza all'aperto per giorni in modo che possano quasi essicarsi, al momento di prepararli devono risulatare morbidi al tatto, ma privi della loro acqua naturale.


Grazie per i tanti complimenti che mi fate per le foto del blog, un abbraccio .

 

Come servirli


Sono un contorno squisito a del formaggio riscaldato in padella - se riesco vi passo la foto i prossimi giorni - comunque ho messo su una bella fetta di formaggio primosale un rametto di timo bagnato dall'acqua - così si incolla- poi riscaldate una padella antiaderente e adagiate il formaggio dalla parte del timo, un paio di minuti e lo girate, fatto bello decorativo !

Li trovo anche molto ghiotti come bocconcini per un entrè ..sai di quelli che arrivi e trovi già chi ti serve un vino leggero fresco e mentre lo prendi ...... ti avvicini al tavolo, giusto il tempo per gustare una caramella di pomodorino.

In casa mia sono nel frigorifero pronti per chi voglia...... e si mantengono senza problemi se consumati in una settimana... "velocemente" , altrimenti potete seguire la procedura di una conserva classica , metterli in una pentola con degli strofinacci e farli bollire ; non seguo questa procedura perchè in estate li preparo di volta in volta ; in inverno con la mancanza di sole si possono sempre prepare sottovetro dopo averli messi in forno a 90° fino ad essicarli, un confit.


 

Per prepararli serve :


Pomodorini con il loro picciolo, lasciateli essicare all'aperto in un cesto di paglia, distesi non vi preoccupate se per alcune ore del giorno ci batte il sole. Per essere al meglio devono risultare morbidi al tatto - non proprio essicati -

In una padella antiaderente mettete dell'olio di buona qualità due spicchi d'aglio schiacciati e lasciateli rosolare piano - non devono essere scuri - toglieteli dall'olio e teneteli a parte, ora nello stesso olio mettete i pomodorini e spolverate con dello zucchero semolato - per questo barattolo due cucchiai scarsi -, saltateli in padella per un paio di minuti, aggiungete una spuzzatina - poco- di aceto bianco e alzate la fiamma, fatelo evaporare bene . Pronti ! A questo punto metteteli in un vaso di vetro con gli spicchi d'aglio, messi a parte, il timo e se volete alcune fette di limone e pepe nero in grani pestato. Fantastici !



Una buona ricetta subito pronta : spaghetti a fuoco spento

 

La mia idea di pasta fredda estiva

La definizione di pasta fredda non fa per me, non mi piace portare a tavola nemmeno con questi caldi la pasta appena tolta dal frigorifero. Per questi spaghetti mi sono limitata a passarli sotto l'acqua fresca appena cotti e conditi, comunque ritengo che sia utile togliere dal frigorifero la pasta e riportarla il più possibile a temperatura ambiente, per poterla gustare al meglio, faccio eccezioni ad esempio se, si parla di insalate o antipasti con salse, ovvio !! 

Care amiche non è una ricetta ma rimango in questo modo in vostra compagnia , non cucino davvero molto in questo periodo, anche oggi si è ripresentata una giornata molto calda e a parte tutto... in casa cerchiamo a tavola solo insalate, e "cose" del genere come per voi immagino, un abbraccio !   


Ho raccolto le mie ortensie .....


SPAGHETTI CON CONDIMENTO PREPARATO A FUOCO SPENTO

Il condimento di questi spaghetti è praticamente sugli scaffali del negozio, in questo caso meglio descrivere il procedimento : serve una scatoletta di tonno, dei capperi, carciofini sott'olio, il succo di mezzo limone, questi sono quelli da me utilizzati ma, se volete potete aggiungere delle olive o un poco di giardinera.
Preparate il condimento in questo modo, in una ciotola spezzettate il tonno, tagliate a pezzetti i carciofini, tritate il prezzemolo, aggiungete il succo del mezzo limone, un "giro" di olio extra vergine d'oliva, mescolate. 
Una volta cotti gli spaghetti passateli sotto l'acqua corrente e conditeli il composto preparato, si possono mangiare subito o metterli in frigo e toglierli almeno 10 minuti prima di servirli. 




con questa ricetta partecipo alla raccolta di  puffinincucina

Dolce con frutta di stagione : Yogurt e fichi al forno con miele e cannella


Mi piacciono molto i fichi, è un frutto che coglie sempre la mia attenzione, li trovo belli saporiti dolci e delicati. { love }

Con questa idea per un fine pasto estivo o una merenda pomeridiana dal gusto morbido, raffinato inizia questa settimana di questo mese estivo caldo e luminoso. Un dolce che si scioglie in bocca, dolce davvero..... da avvolgerti il palato. La cannella nel sapore e nel profumo restituisce un tocco sublime alla semplicità disarmante di questo dolce al cucchiaio. Il contrasto della dolcezza "amplificata" dal miele nei fichi assieme allo yogurt rendono questo dolce squisito. Qindici minuti in cucina e uno yogurt alla vaniglia ..sono bastati per farmi star bene ...con il mondo !

YOGURT E FICHI COTTI AL FORNO CON MIELE E CANNELLA
In ciotole piccole sotto lo yogurt, un crumble di biscotti speculoos
i fichi con il miele, decorati con foglioline di menta.

serve:

fichi
yogurt
miele
cannella
zucchero muscovado, se manca bene anche quello di canna

Prepararete i fichi tagliandoli a metà, coprite la teglia con la carta forno e mettete sopra i fichi, distribuite un pizzico di zucchero muscovado sopra ad ognuno, lo stesso con il miele e la cannella in polvere. Sistemateli in forno già caldo a 200° per 15 minuti. Pronti e serviteli con lo yogurt !  Lo yogurt più adatto alla presentazione è quello greco più solido, ho scelto per me uno alla vaniglia.


BIG SMILE : 500.000

Food & Dreams diary, qui ho raccolto le ricette per rivelare i sapori di casa mia. Non c'è niente di più bello che condividere la propria casa, e i piccoli piaceri della vita. 
Così è nato Confidential blog.

Tutte le ricette e le foto sono realizzate da me.
Grazie Stefania ♥♥♥


 Cool e chic style sono i miei blogs : confidential è il diario di casa mia, food & dreams ; fashion dedicato alla moda femminile; to dress italian dedicato alla moda maschile

La temperatura del sole è adatta al pomodoro : Pappa col pomodoro

 

LA PAPPA COL POMODORO
 la cucina genuina d’altri tempi.


Ho l'abitudine di comprare molti pelati tutti insieme, san marzano -quando li trovo- merce rara, e di lasciarli  in un grande cesto di paglia che tengo sul tavolo del terrazzo, belli stesi a maturare. I pomodori e i pelati in ogni caso mi piacciono che siano maturi sodi e "caldi" non riesco a pensare ad un pomdoro freddo di frigorifero e verde, non mi piacciono così. Un costoluto maturo in insalata con la temperaura del sole è una goduria !  Ecco perchè sul tavolo del mio terrazzo per tutta l'estate ci sono - a rotazione - un paio di cesti con diverse varietà di pomodoro. Una ricetta con il ciliegino maturo la passo nei  prossimi giorni. 

Quindi oggi, giusto per non cambiare un'altra ricetta con il pomodoro, per questa minestra di origine toscana / contadina servono ingredienti semplici  ed è per questo penso, sia una delle ricette più conosciute. La trovo deliziosa, mi piace molto il colore, ed il suo profumo.  { S M I L E }





LA PAPPA COL POMODORO


cosa serve per 4 persone :

700 g di pomodori
circa 1/2 kg di pane toscano raffermo
3 spicchi di aglio
mezzo + mezzo litro di brodo vegetale caldo
basilico
sale 
pepe o meglio sarebbe il peperoncino


Preparate una salsa al pomodoro in questo modo : per eliminare la buccia, prima lavate i pomodori poi praticate un taglio a ics nella parte tonda del pomodoro, buttateli per un minuto scarso in acqua bollente, scolateli ed aiutandovi con un coltello, alzate la buccia per pelarli. Tagliateli  a metà e togliete i semi, e fate una bella dadolata. Mettetela in una padella con dell'olio extra vergine e fatela bollire 10 minuti con sale e pepe.

Preparate il pane : In un tegame dai bordi alti mettete in olio extra vergine d'oliva toscano l'aglio schiacciato, lasciato rosolare appena, aggiungete 8 foglie di basilico e subito il pane tagliato a pezzi, fatelo rosolare bene cospargetelo se serve con altro olio extravergine.

Dividete la salsa di pomodoro e mettetene una parte in mezzo litro di brodo caldo vegetale, ed unitela al pane - fate assorbire bene -.

A questo punto unite anche il pomodoro tenuto a parte e mescolate,  fate bollire per circa 15 minuti, mescolando sempre con attenzione.

E' pronta quando il pane risulta morbido in tutte le sue parti, quindi se vi serve unite poco per volta il mezzo litro di brodo tenuto a parte.  

Una manciata di foglioline di basilico, appena si spegne la fiamma del fornello, si mangia tiepida, dopo averla irrorata con un altro giro d'olio e una grattata di pepe. 


ricette estive e light : tagliolini al nero di seppia con verdure e gamberi

 

Un colore intenso per questi tagliolini di pasta fresca al nero di seppia ,
 con pomodorini cotti al sale , gamberi al profumo di limone,
e fagiolini croccanti saltati in padella.

Ho preparato tutte le verdure al mattino, i pomodorini cotti al sale, i fagiolini saltati in padella e i gamberi ..pure e lasciate la coda ai gamberi sono più belli ; poi a pranzo ho cotto la pasta fresca in un minuto e assemblato con verdure e gamberi.
Ora ci sono due modi di preparare la pasta al nero di seppia, la prima si mette in una padella un trito di cipolla con olio e si fa rosolare, si aggiunge un quarto di bicchiere di acqua e si versa la bustina del nero di seppia per farla stemperare, a questo punto è pronta per condire i tagliolini freschi e poi altro che preferite, le verdure pesce fresco con le seppie ad esempio.
Secondo si prepara la pasta fresca al nero di seppia aggiungendo dopo averla sempre stemperata in un goccio d'acqua la bustina alla farina ......come ha fatto la sfoglina dove ho comprato questa pasta fresca ! ^-^ 


TAGLIOLINI AL NERO DI SEPPIA CON VERDURE E GAMBERI

cosa serve per due persone:

due etti di tagliolini al nero di seppia
una manciata di fagiolini
un sacchetto di gamberi
10 pomodorini
olio extra vergine
prezzemolo
il zest di un mezzo limone bio
sale 
pepe rosa in grani

Preparate i pomodori in questo modo : Lavate i pomodorini, tagliateli a metà, strizzateli un pò per eliminare i semi. Mettete a riscaldare una padella antiaderente -una volta calda- distribuitela con del sale fino e disponete i pomodorini con la parte tagliata rivolta verso il basso. Cuoceteli per pochi minuti a fuoco vivace, girateli mettete il prezzemolo tritato , pepe e continuate la cottura ancora per un minuto. Irrorateli di olio extra vergine. pomodorini-e-erbe

Preparate i fagiolini in questo modo : dopo averli spuntati tagliateli in una forma regolare e fateli saltare in padella con un goccio d'olio, d'acqua e una noce di burro per 5 minuto, sale e pepe.

Preparate i gamberi in questo modo: puliti sgusciati lavati lasciate la coda sono più belli ... in una padella antiaderente con un goccio  di olio extra fateli saltare a fuoco vivace per 5 minuti salate, unite il zest di limone ed il pepe rosa pestato.

Infine cuocete la pasta in abbondante acqua salata e non appena ritorna dal bollore , scolatela e mettetela in una capiente ciotola, condite con i pomodorini confit, i gamberi al profumo di limone, e i fagiolini saltati croccanti, prezzemolo un altro "giro" di olio buono e ..fatto   



tomato and bread salad - LA PANZANELLA + FOOD STYLING

 

LA PANZANELLA + FOOD STYLING


La Panzanella un ricetta della tradizione italiana, pomodoro e pane raffermo in toscana , mentre al sud pomodoro e Frisella  un tarallo cotto al forno tagliato a metà e rimesso al forno a cuocere di nuovo.

Semplice questo mix gustoso da preparare una mezz'ora prima di servirlo, per dar modo al pomodoro ed al pane raffermo di condirsi bene con l'emulsione di l'olio, aceto e sale.  Per questa non ricetta perchè venga molto saporita, utilizzate olio extra vergine toscano e aceto balsamico di Modena...per quanto mi riguarda il pomodoro è sempre e solo condito con aceto balsamico.....non so voi

Ho preparato delle ciabatte di grano duro con la stessa consistenza delle friselle, solo, con un'altra forma e invece della cipolla che è parte della ricetta originale della panzanella assieme al pomodoro ed al cetriolo ho aggiunto qualche tocchetto di formaggio feta per un gusto molto estivo, comunque !

Non penso si debba scrivere molto di questa ricetta della cucina povera e contadina della nostra Italia se non che, è gustosa, buona e ricca di sole. E' per questo che metto nel mio blog anche queste ..... non ricette , un abbraccio . 



 

Se vi sembra un pò povera di sapore potete aggiungere delle acciughe e dei peperoni cotti al forno.

Per le freselle è bene procedere in questo modo : preparate in un piatto fondo un emulsione di acqua ,olio, aceto, mmergete per pochi istanti nell'acqua le freselle, poi conditele con sale, origano, basilico, aglio e olio. Fate insaporire per un' ora prima di mangiarla.

Panzanella  : la ricetta originale prevede pane raffermo, cetriolo, cipolla rossa, basilico, il tutto condito con olio, aceto e sale. In Toscana il pane viene lasciato a bagno in acqua e poi strizzato fino a sbriciolarlo e spezzettarlo per mescolarlo agli altri ingredienti.


 

LA PANZANELLA CON PANE RAFFERMO DI GRANO DURO

Cosa serve :

Pane raffermo di grano duro o friselle
pomodoro
cetriolo
formaggio feta
olio extra vergine toscano
aceto balsamico di modena
basilico
sale
pepe


Preparare i pomodori in una grande ciotola con il cetriolo e condite con un'emulsione di olio extra vergine toscano, aceto balsamico di Modena, sale e pepe.

Tagliate a pezzetti anche il formaggio feta.

A parte in un piatto fondo capiente preparate sempre un'emulsione di olio extravergine toscano, aceto balsamico di Modena, sale, origano e mettete a bagno le friselle / il pane raffermo e fate ammorbidire.

Infine impiattate con il  pane poi, mettete sopra il pomodoro con cetrioli e la feta. 


Insalata di calamari a fisarmonica con mozzarella di bufala e bacon


Un insalata squisita ve lo metto qui, per iscritto sicuramente da provare !

Pronta in 20 minuti, quindi adatta alla temperatura della mia cucina e alla stagione estiva, raffinata  per l' insieme degli ingredienti, non pensavo venisse un pesce così tenero e saporito allo stesso tempo, cucinato come poi vi spiego più avanti, insomma sono sempre calamari , non bellissimi.


Vado a rilento nel blog è difficile cucinare, alle 10 del mattino nella finestra della cucina
"batte" già un sole estivo e caldo, come deve essere d'altronde. A presto un abbraccio.

 

INSALATA DI CALAMARI TAGLIATI A FISARMONICA
CON MOZZARELLA E BACON

Cosa serve per 2 persone :

5 / 6 calamari
1 mozzarella di bufala
5 / 6 fette di bacon
qualche pomodorino
un cuore di insalata fresca
prezzemolo
olio extra vergine d'oliva delicato
succo di un limone
sale
pepe rosa

Pulite e tagliate a fisarmonica i calamari, lavateli nell' acqua corrente fresca poi metteteli in una ciotola con il succo di mezzo limone. Nel frattempo mettete a caldo una padella antiaderente. 

Mettete in forno su una teglia coperta da carta da forno il bacon a 250° per 10 minuti.

Scolate molto bene i  calamari e asciugateli con carta da cucina, metteteli nella padella senza niente e fateli rosolare a fiamma vivace per 5 minuti. Toglieteli dalla padella.

Il bacon una volta cotto trasferitelo in un piatto e mettetelo a parte. Mettete al loro posto i calamari sul condimento del bacon, salateli e infornateli per 5 minuti.

Preparate una vinaigrette di olio prezzemolo tritato e succo di mezzo limone, sale e pepe.

Pulite le piccole foglie di insalata i pomodorini e tagliate a pezzetti la mozzarella.

Impiattate a questo punto con mozzarella tagliata a pezzetti, il bacon, l'insalata  i pomodorini e i calamari condite con la vinaigrette di prezzelo. Pronto !! 

Gustate questa insalata di pesce, squisita. 


 

Crema di sgombro affumicato


Un antipasto estivo dove non serve il fornello per prepararlo ed il gusto è proprio mediterraneo / italiano, da servire freddo su pane nero abbrustolito.  Quando è estate spesso un antipasto come questo ricco di sapore, per noi a casa, diventa il piatto principale per cenare, con un contorno fresco come  una misticanza o un ricco pinzimonio. Pronto in tavola assieme ad  acqua e vino serviti con ghiaccio nel cestello, e frutta di stagione.... così si chiude il " problema " cena - estate.

Questa è casa mia.... a volte molto free, poi fuori per un gelato,  I ♥




CREMA  DI SGOMBRO AFFUMICATO

Cosa serve per 4 persone:

6 / 8 filetti di sgombro affumicato
un paio di cucchiai di crème fraîche ( panna acida o yogurt greco )
100 gr di formaggio philadelfia
il succo di mezzo limone
un mazzetto di erba cipollina
paprika piccante

pane tostato


Pulite i filetti di sgombro dalla pelle e dalle lische, passateli  nel frullatore a bassa velocità e poco tempo per non ridurli in crema , a questo punto metteteli in un ciotola ed unite il succo di un mezzo limone filtrato , il formaggio philadelfia, la crème fraîche, una parte dell'erba cipollina tagliata a pezzetti, regolate di sale e pepe. Mettete in frigorifero prima di servire, una volta pronta distribuite altra erba cipollina e paprika piccante





La Piada dei Morti: Ricetta Tipica Emilia-Romagna

La piada dei morti è un dolce tipico della tradizione romagnola, ha questo nome perché le nostre nonne lo preparavano per la festa dei ...